Vaccini e immunoterapia: una speranza contro i tumori

Convegno organizzato da Io X Benevento con professore Giulio Tarro, due volte candidato al Nobel

vaccini e immunoterapia una speranza contro i tumori

Lucio Lonardo: "I movimenti no vax sono pericolosi, disconoscono la più grande scoperta medica fatta in termini di sopravvivenza"

Benevento.  

I cittadini devono essere informati correttamente sull'importanza dei vaccini e dell'immunoterapia considerate la medicina del terzo Millennio. Questo al centro del convegno organizzato a Benevento dall'associazione IO X Benevento che ieri sera ha ospitato il virologo di fama mondiale Giulio Tarro, presidente della commissione sulle biotecnologie della virosfera all’Unesco. Due volte candidato al premio Nobel per la Medicina Tarro. All'incontro presente il dottore Lucio Lonardo, oncologo e medico di base, ed ovviamente l'organizzatore Giuseppe Schipani, presidente dell'associazione.

“I vaccini rappresentano il punto di riferimento per la prevenzione. Il vaiolo non esiste più perchè eradicato dal vaccino e così per tante altre patologie” ha spiegato il professore Tarro.

“Il 20 per cento dei tumori sono dati da virus oncogeni per i quali ci sono già dei vaccini. La strada oggi da percorrere – ha rimarcato il luminare - è l'immunoterapia per il trattamento dei tumori, un cammino avviato da noi nel lontano 1973 e peraltro oggi unica disciplina finanziata anche dal governo americano”.

“I movimenti no vax sono pericolosi – ha invece ribadito con forza il dottore Lonardo - e disconoscono la più grande scoperta fatta in termini di sopravvivenza ed evitato tante malattie invalidanti. La negazione del vaccino ai propri figli per me è un reato etico- ha rimarcato l'oncologo – che poi afferma: “i vaccini obbligatori sono sicuri e ci mettono a riparo da malattie terribili non arginabili a livello farmacologico”.

“Come associazione siamo sempre al fianco dei cittadini spiegando loro l'importanza di determinate cose come i vaccini – ha spiegato Giuseppe Schipani, presidente di Io per Benevento -. I cittadini devono avere risposte corretto anche e maggiormente perchè in passato ci sono state cattive informazioni sui vaccini che hanno generato confusioni enormi. Come associazione – ha concluso - abbiamo il dovere di allacciare e promuovere rapporti con la comunità scientifica in un momento difficile per la sanità nella nostra regione e nel Sannio”.
Il convegno è stato aperto con la consegna al professore Tarro della tessera onoraria dell'associazione Io X Benevento da parte del presidente Giuseppe Schipani.