Cromo nei pozzi: la Provincia sblocca il depuratore Asi

Ordinato il ripristino del prelievo in via cautelativa e precauzionale

cromo nei pozzi la provincia sblocca il depuratore asi
Benevento.  

Ordinato il ripristino del prelievo della risorsa del pozzo dell’Area di Sviluppo Industriale in ctr. Ponte Valentino esclusivamente per quanto attiene il funzionamento dell'Impianto di Depurazione del Consorzio ASI.

Questa la disposizione contenuta in un provvedimento firmato stamani dal Segretario generale – Direttore e dal Responsabile del Servizio Gestione Integrata delle Risorse Idriche della Provincia di Benevento, rispettivamente dott. Franco Nardone e arch. Raffaele Rabuano.

L’Ordinanza, notificata al Consorzio Asi pochi minuti or sono, è stata assunta “in via cautelativa e precauzionale” ed interviene a modificare parzialmente quella del 15 maggio scorso che disponeva la interdizione per trenta giorni dell’uso dei pozzi dell’area di Ponte Valentino, a seguito della denuncia presentata dalla Società “Leonardo”, operante nella stessa area, di riscontro della presenza di inquinamento da Cromo nel proprio pozzo.

Le ragioni che hanno indotto la Provincia alla modifica parziale del provvedimento del 15 maggio sono da ricercarsi nei documenti presentati nelle scorse ore dal Consorzio ASI alla Provincia riguardanti l’impianto di depurazione dello stesso Consorzio e la mancanza di sforamenti per quanto riguarda il Cromo Esavalente.

Nell’Ordinanza di parziale revoca, la Provincia, che ha preso atto delle attestazioni dell’Asi, ha raccomandato allo stesso Consorzio “di monitorare costantemente i valori, campionando il Cromo Esavalente ed il Cromo Totale, provvedendo a notiziare con immediatezza questo Ente e l'ARPAC”.