Inaugurato il Ponte "Avvocato Antonio Tibaldi" | FOTO

Mastella: Sia questo ponte di solidarietà e della speranza. Laura Tibaldi: Grande soddisfazione

inaugurato il ponte avvocato antonio tibaldi foto
Benevento.  

“Sia questa un'opera di collegamento per due aree importanti di Benevento eliminando quel rapporto tra 'più centro' e periferia. Sia questo un ponte di speranza e solidarietà” con queste parole il sindaco Clemente Mastella – accompagnato dalla moglie, la senatrice Sandra Lonardo e tutta la giunta e dai consiglieri - ha inaugurato questa sera a Benevento il ponte intitolato all'ex sindaco del capoluogo sannita Antonio Tibaldi”. Presenti i figli del compianto avvocato: Raffaele e Laura.

Prima del taglio del nastro del ponte di collegamento tra via Torre della Catena e via De Rienzo, è stata scoperta la targa di intitolazione all’avvocato Antonio Tibaldi (sindaco pro-tempore di Benevento dal 16 novembre 1967 al 21 ottobre 1968, oltre che amministratore della città ininterrottamente dal 1952 al 1975.

“Io sono per i ponti e non per i muri come chi litiga con il Papa” ha più volte affermato Mastella in evidente polemica con il ministro Salvini. “Io guardo alla mia città dove c'è solo il 3 per di persone che arrivano, mentre il 15 per cento dei nostri giovani sono costretti ad andare via. Sono cattolico e sono per i ponti. Quest'area – ha poi annunciato il primo cittadino - sarà riqualificata ancora di più. Presto illumineremo le mura longobarde”.

“Per la nostra famiglia e per il nostro grande padre è una soddisfazione enorme – ha invece commentato emozionata Laura Tibaldi che ha ricordato il compianto papà: “Un sindaco che ha vissuto la sua vita politica e professionale in funzione della sua città. Grazie a tutta l'amministrazione”.

Tante le persone che hanno partecipato alla cerimonia che, purtroppo è stata caratterizzata dalla pioggia.

La nuova opera di collegamento tra le due sponde del fiume Sabato, oltre a migliorare la distribuzione del traffico veicolare e pedonale tra il rione Libertà e il centro storico, consentirà anche di valorizzare l’antico fortilizio di via Torre della Catena ed il tratto di mura ad esso contermini.
“Quest'opera – ha invece rimarcato l'assessore ai Lavori Pubblici, Mario Pasquariello – è importante anche per la Protezione Civile. Il Ponte rappresenterà anche una via di fuga per le zone di Torre della Catena, ed in particolare per la scuola della zona in caso di calamità”

 

La scheda dell'opera

La nuova viabilità, a doppia corsia con banchine e marciapiede laterale, è stata realizzata su fondazione stradale in “terra armata” ed inerbita, in modo da evitare, alle antiche strutture esistenti, le vibrazioni conseguenti la costruzione di considerevoli strutture in calcestruzzo armato; una soluzione che, tra l’altro, ha permesso anche di realizzare una cavea verde con elemento focale costituito proprio dalla Torre, e una piazza in pietra bianca e basoli di recupero, sulla traccia dell’antico canale Morra che, fino agli anni ’60, alimentava i numerosi mulini della zona.

Particolare cura è stata, inoltre, riservata all’illuminazione e alla piantumazione di essenze fluviali autoctone. L’area è stata anche arricchita da percorsi pedonali privi di barriere architettoniche che, oltre ad essere collegati con il tratto finalmente pedonalizzato delle mura longobarde e con il vicino asilo, si connettono, attraverso il recupero della testa dell’argine, al Parco Verde in corso di realizzazione e alla nuova area di verde attrezzato del rione Libertà.

Va, infine, evidenziata anche la strategicità dell’opera rispetto alle problematiche inerenti la Protezione Civile in quanto essa rappresenterà anche una “via di esodo” per le zone di Torre della Catena, ed in particolare per la scuola posta proprio nei pressi della Torre. La spesa complessiva è stata di circa 6.500.000,00 euro e i lavori, iniziati nel mese di luglio 2017 e ultimati nel mese di aprile 2019, sono stati realizzati dall’impresa Tecnocostruzioni srl.