Ferragosto tra buon cibo, relax e musei

Negli agriturismi previsto aumento del 7 per cento. Confindustria, De Toma: "Tanti escursionisti"

ferragosto tra buon cibo relax e musei
Benevento.  

Dalla costa alle aree interne per Ferragosto si prospetta il tutto esaurito in Campania. Ma se a Napoli è già boom di presenze con molti commercianti che sarebbero pronti a tenere i negozi aperti anche il 15 agosto per accogliere al meglio i turisti in questo lungo week end estivo, un discorso diverso si prospetta per le zone interne: in questo caso ad essere presi d'assalto secondo le prime stime saranno soprattutto agriturismi e strutture ricettive che possano rispondere alle esigenze di chi desidera trascorrere una giornata all'aria aperta all'insegna del buon cibo. Secondo le stime di Coldiretti, infatti, sono circa “450mila i vacanzieri che hanno scelto di trascorrere il Ferragosto 2019 negli agriturismi italiani all’insegna della buona tavola e del relax all’aria aperta, 20mila in Campania”, evidenziando un “sostanziale aumento del 7 per cento rispetto allo scorso anno”. Una scelta, quella di trascorrere il Ferragosto in agriturismo, che secondo l'associazione di categoria sarebbe determinata proprio dalla “possibilità di conciliare la buona tavola con la possibilità di stare all’aria aperta avvalendosi anche delle comodità e dei servizi offerti”. Per domani intanto saranno molti i siti culturali che resteranno aperti proprio per accogliere al meglio i visitatori attesi in questo giorno di festa.

Ma analizzando i dati delle presenze attese nelle aree interne, nel Sannio in particolare, gli esperti invitano a distinguere tra turisti ed escursioni: “Nel Sannio – spiega il presidente della sezione Turismo di Confindustria, Fulvio De Toma – è necessario come sempre distinguere tra gli escursionisti, che arrivano a frotte anche grazie alla sagre e ai vari eventi, mentre sui turisti registriamo qualche difficoltà maggiore. Non c'è boom ma le solite filiere, cioè pellegrini e turisti stranieri che arrivano per matrimoni ed eventi di questo tipo, oppure chi si trova a passare e scopre la qualità del nostro territorio”. A conquistare i visitatori, però, ci pensano Benevento e le sue bellezze: “Quando arrivano – osserva De Toma - si meravigliano del numero di attrattori e della loro qualità nonché della loro concentrazione proprio grazie alla possibilità di avere tantissime cose belle da visitare in pochissimo spazio, almeno questo per la città”.

Per il futuro dunque si punta ad una programmazione a lungo termine: “Bisogna iniziare a programmare l'arrivo dei turisti – commenta il presidente della sezione Turismo di Confindustria - ed in questo un supporto arriva dalla Regione attraverso Arte Card, in quanto dal 1 settembre finalmente entriamo nel circuito regionale che è un circuito nazionale e internazionale”.