Il carcere di Benevento tra sovraffollamento e pensionamenti

Questa mattina a Pietrelcina la festa della Polizia Penitenziaria. Marcello: Primi scriccioli ma..

il carcere di benevento tra sovraffollamento e pensionamenti
Benevento.  

“Il carcere di Benevento versa in una situazione migliore rispetto ad altri istituti di pena. Certo però che anche Benevento oggi risente dei problemi nazionali, ovvero un forte aumento di detenuti e una costante diminuzione del personale”.

Così Gianfranco Marcello, direttore del carcere di Benevento durante la festa per il 202esimo anniversario della fondazione del Corpo della Polizia Penitenziaria. Una festa speciale, quest'anno, organizzata all'esterno dell'istituto di pena sannita. Pietrelcina la location scelta per omaggiare chi ogni giorno lavora in silenzio e quasi sempre lontano dagli occhi dei più per la sicurezza dei cittadini ed ovviamente dei detenuti stessi.

Il numero uno del Carcere di contrada Capodimonte ha acceso i riflettori sull'annoso problema dell'età media degli agenti molto elevata che comporta pensionamenti. Un problema che aggiunto a quello del sempre maggiore numero di restrizioni “Sta cominciando a far scricchiolare un istituto che, però, resta un'eccellenza. Dobbiamo – ha spiegato il dottore Marcello - riorganizzare il lavoro per le risorse che abbiamo e stabilire sempre più ponti tra società e Comini per l'inserimento lavorativo dei detenuti come già avviene con il Comune di Benevento e come presto avverrà anche a Pietrelcina”.

Numerose le autorità presenti al pari degli agenti e delle famiglie alle quali il comandante della polizia penitenziaria, il Commissario Coordinatore Linda De Maio ha rivolto un ringraziamento particolare. La dottoressa De Maio ha poi snocciolato qualche numero: “Nel carcere di Benevento sono in servizio complessivamente 250 unità, di questi, 33 agenti sono impiegati per le traduzioni e i piantonamenti.

Le risorse – ha spiegato il commissario De Maio - sono carenti soprattutto nel reparto femminile.

Lavoriamo con molto poco ed abbiamo una missione impegnativa e ambiziosa. Siamo qui a pietrelcina proprio per spiegare la complessità della nostra missione e per sottolineare quanto sia importante la nostra missione per la società”.