Alluvione 2015, risarcimenti alle aziende agricole

870mila euro è la somma liquidata dalla Regione Campania alla Comunità Montana del Fortore

alluvione 2015 risarcimenti alle aziende agricole
Benevento.  

“Finalmente con il Decreto Dirigenziale della Regione Campania n.7 del 16 settembre scorso si è provveduto ad assegnare alla Comunità Montana del Fortore una somma da ripartire alle aziende agricole che subirono danni in seguito all'alluvione dell'ottobre 2015”, lo annuncia il presidente Zaccaria Spina. E continua: “C'è, dunque, stato un passo in avanti rispetto alla procedura per il risarcimento dei danni riportati in agricoltura. Tuttavia rimane ancora attuale la riflessione circa la necessità di provvedere ad una rivisitazione dell'istituto delle calamità naturali, in modo da velocizzare la procedura dei risarcimenti, nonché finanziare l'Istituto con risorse maggiori”.
La Giunta esecutiva della Comunità Montana (alla riunione presente anche il vice presidente dell'Ente, Michelantonio Panarese) ha effettuato la presa d'atto dell'istruttoria delle pratiche presentate dalle aziende agricole per i risarcimenti dei danni derivanti dall'alluvione 2015. Complessivamente le istanze presentate sono state 836, ma, non avendo tutti i richiedenti provveduto alle successive integrazioni, alla fine le pratiche istruite positivamente sono state 527.

Allo stato ammonta ad 870mila euro la somma liquidata dalla Regione Campania alla Comunità Montana del Fortore, a fronte di un fabbisogno accertato e richiesto dall'Ente di poco meno di 4,5 milioni di euro; la cifra al momento assegnata equivale, quindi, a circa il 20% del fabbisogno.

“Nei giorni immediatamente successivi al Decreto Regionale – dichiarano Spina e Panarese – gli uffici si sono messi immediatamente a lavorare per assicurare il rispetto dei tempi brevissimi per fare gli ulteriori controlli richiesti, pubblicare la graduatoria definitiva degli aventi diritto, e quindi emettere i decreti per la liquidazione degli importi alle aziende agricole aventi diritto”.

Gli 870mila euro assegnati saranno decretati in quota percentuale a tutte le pratiche approvate che avranno superato gli ultimi controlli a cui l'ufficio preposto della Comunità Montana sta lavorando.