Ecobonus e Sismabonus al 110 per cento, tecnici al lavoro

Nel Sannio per predisporre una linea guida per i cittadini utenti

ecobonus e sismabonus al 110 per cento tecnici al lavoro
Benevento.  

Si rende necessario un Patto del Territorio tra i grandi player indispensabili nell’attivazione e realizzazione del processo edilizio ed un’attenzione particolare da parte delle Amministrazioni per velocizzare acquisizione dei titoli autorizzativi.

Edì per questo che la Rete delle Professioni Tecniche (ingegneri, geometri ed altri specialisti del settore) lavora per predisporre una linea guida per i cittadini utenti che vorranno usufruire dell’Ecobonus e Sismabonus al 110 per cento.

"La chiave di volta - spiegano - sarà rappresentata da come istituti di credito e intermediari finanziari decideranno di interpretare il loro ruolo. L'approccio di questi soggetti sarà determinante: in particolare, capire con quali modalità istituti di credito e intermediari finanziari decideranno di acquistare il credito d'imposta. Il territorio, ormai da tempo, è privo di soggetti ed operatori locali e non sarà facile avviare un’interlocuzione.

Le ragioni del successo - spiegano ancora i professionisti - sono, però, nella capacità di fare Rete e di supportare l’utente finale, abbandonando l’idea dei recinti e degli steccati o, ancora, delle maldestre invasioni di campo. Se davvero vogliamo trasformare in concretezza gli slogan della Fase 1 relativamente ai cambiamenti progressivi ed all’acquisizione di consapevolezza, abbandonando egoismi ed isolazionismi, occorre aprire un Tavolo Provinciale di Coordinamento al fine di unire le forze e mettere a sistema le nuove possibilità che potrebbero dare una sveglia all'economia da anni nel torpore della recessione. Non meno importante è, dunque, il ruolo degli industriali e delle associazioni di categoria degli artigiani per aprire un circuito virtuoso di informazione e valorizzazione delle energie e delle produzioni del territorio ed evitare che diventi solo terreno di conquista di general contractor o arranger.

La liquidità iniziale – in grado, sola ed unica, di dare avvio alle numerose operazioni possibili – potrebbe essere garantita da microfinanziamenti - avvalendosi anche delle risorse europee - sì da evitare l’iniziale esborso da parte dei cittadini, assicurare denaro contante alle imprese e garantire loro un dialogo davvero competitivo con gli eventuali finanziatori. Esortiamo, pertanto, l’ANCE Benevento a rendersi parte attiva di questo processo, dismettendo lo “sportello” avviato – rispetto al quale già avevamo avuto occasione di sollevare dubbi - e rendendosi partecipe delle esigenze e delle necessità dei suoi associati come Ordini e Collegio da sempre ed istituzionalmente garantiamo per i nostri Iscritti".