"Lavoro agile". La Confsal chiede rientro lavoratori pubblici

"Lo smart working aggrava lo spaventoso svuotamento degli uffici pubblici per Quota 100"

lavoro agile la confsal chiede rientro lavoratori pubblici
Benevento.  

“Rientro immediato nelle sedi di lavoro di tutti i lavoratori pubblici in smart working”. A chiederlo è la Confsal di Benevento che con una nota a firma del referente Giuseppe De Nigris sottolinea come il rientro sia necessario “per far fronte al pauroso svuotamento nelle pubbliche amministrazioni, dovuto per l'uscita di centinaia di migliaia di dipendenti pubblici per Quota 100”. Secondo la Confsal l'emergenza Coronavirus “ha portato gravissimi danni economici in tutti i settori della pubblica amministrazione e nel privato, con perdita di centinaia di migliaia  di posti di lavoro e disagi  socio-economico nella stessa comunità”.

Il sindacato ritiene inoltre “che la sperimentazione del lavoro agile da casa sia stato utile solo per il periodo emergenziale e mai potrebbe sostituire il lavoro con la presenza diretta degli stessi lavoratori pubblici”.