Mastella: sostegno ai ristoratori. E propone i covid hotel

Il sindaco di Benevento: sospese Tosap e Tari. Permessi per consentire asporto e delivery

mastella sostegno ai ristoratori e propone i covid hotel
Benevento.  

Mastella si schiera a fianco di ristoratori e commercianti e a termine del lungo confronto con la delegazione ricevuta a Palazzo Mosti commenta: “Basta strumentalizzazioni. Le misure adottate non dipendono dal Comune. Credo – spiega – che quella della chiusura alle 18 sia una decisione ingiusta, sciocca e non calcolata. In Alto Adige – aggiunge - si chiude alle 22. Dobbiamo trasferirci? - ironizza-”.
Contro il Movimento Cinque Stelle incalza “Disposizioni stabilite dal Governo, non dai Comuni”.
E poi ribadisce il suo impegno a fianco dei commercianti che sono ormai al quarto giorno di protesta. “Abbiamo deciso lo stop al pagamento della Tosap fino a dicembre e gli esercenti possono continuare ad utilizzare gli spazi aggiuntivi, in più, come da richieste, saranno concessi i permessi per carico e scarico per consentire l'asporto”.

Resta in bilico il nodo Tari. “Per ora i pagamenti saranno sospesi – spiega - ma se il governo non ci ristora non so se saremo capaci di garantire i servizi essenziali alla città”.

Poi torna sulla situazione emergenziale “Gli oltre 500 casi di contagio sono allarmanti” dichiara Mastella e avanza la proposta di istituire anche a Benevento dei covid hotel: “Per gli asintomatici – prosegue – o per i loro conviventi sarebbero ideali predisporre l'utilizzo di strutture ricettive per evitare le difficoltà connesse, grazie a fondi della Regione”.
E sulla situazione più strettamente sanitaria “Dal più recente incontro con il direttore dell'Asl Volpe è emerso che purtroppo stanno saltando tutti gli schemi, anche per i tamponi ormai l'Asl è al collasso ed è preoccupante – riflette – che non è ancora arrivata 'la tempesta perfetta' che si verificherà all'arrivo del picco influenzale”.

Intanto per le celebrazioni del giorno dei defunti annuncia “Presenze al cimitero scaglionate per evitare gli assembramenti e niente celebrazioni”.