Conservatorio, Verga scrive a De Luca e Fortini

Il presidente chiede di conoscere i piani adottati dal comitato universitario regionale

conservatorio verga scrive a de luca e fortini
Benevento.  

Il Presidente del Conservatorio di Musica 'Nicola Sala' di Benevento, che ha scritto al Rettore di Salerno, presidente del Comitato Universitario Regionale, al Presidente De Luca e agli assessori Fascione, Fortini e Marchiello per “conoscere le deliberazioni per fronteggiare la pandemia nelle aule universitarie adottate dal Comitato Universitario Regionale per gli Atenei e per le Istituzioni Afam della Campania”.

Nella nota inviata al presidente del Cur regionale della Campania, il rettore dell’Università di Salerno Vincenzo Loia, il Presidente Verga tra l’altro sottolinea che “non avendo ancora avuto riscontro alla precedente nota, e dovendo il Conservatorio adottare nel prossimo CdA convocato nella giornata di domani, 12 febbraio, l’approvazione dei piani dell’organizzazione didattica nel rispetto delle procedure emanate con i recenti dispositivi legislativi dal Presidente del Consiglio dei Ministri, come meglio adottati dall’ultimo decreto emanato dal Ministro dell’Università e della Ricerca il 13 gennaio scorso, chiede di conoscere le deliberazioni adottate dal Cur, previste oltre che dalle recenti disposizioni governative, ministeriali e regionali, anche dall’articolo 3 del D.P.R. del 27 gennaio 1998, numero 25”. In particolare, il presidente Verga esprime “preoccupazione per la ripresa delle attività in presenza nelle aule dei Conservatori di Musica dal prossimo 15 febbraio, termine di scadenza dei vincoli vigenti, sia pur con l’adozione delle massime cautele soprattutto per rendere operativo il necessario ed opportuno coordinamento tra il sistema scolastico, le istituzioni formative regionali e le Università della Campania”.

“Dobbiamo fare tutti il massimo degli sforzi – precisa il professor Antonio Verga - per consentire una ripresa delle attività in presenza nelle aule degli Atenei, in piena sicurezza e tranquillità e ciò può avvenire solo con il più stretto raccordo tra tutte le Istituzioni. Ecco perché ho inteso sollecitare gli organi istituzionali interessati – conclude il Presidente del Conservatorio di Benevento – per il massimo coordinamento in tema di sicurezza e tutela della salute, degli studenti, delle famiglie del personale e dei docenti operanti nelle Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica, per la ripresa delle attività in presenza”.