Rifiuti, lotta agli sversamenti abusivi

Campagna di monitoraggio dell'Asia, già beccati diversi responsabili

rifiuti lotta agli sversamenti abusivi
Benevento.  

Gli sversamenti abusivi di rifiuti al centro dell'attenzione dell'Asia. L'azienda di igiene ambientale in house del Comune di Benevento sta procedendo ad un'attenta campagna di monitoraggio per individuare i responsabili dell'odioso fenomeno a cui ha dichiarato guerra anche grazie all'aiuto di un sistema di videosorveglianza.
Le telecamere, nelle ultime settimane, hanno già filmato diversi episodi. Immagini poi utili a risalire ai responsabili per applicare le sanzioni previste.
“Stiamo ottenendo un riscontro positivo - commenta l'amministratore unico dell'azienda, Donato Madaro -. Dall'installazione delle telecamere stiamo effettuando un monitoraggio continuo. La mattina guardiamo tutto quello che viene registrato di notte e chiaramente denunciamo gli episodi illeciti al Comando della Polizia Municipale, deputato ad erogare le sanzioni. Un'azione incisiva messa in campo nell'ultimo periodo che ha già sortito alcuni effetti”.
Sembra infatti che, soprattutto sulle contrade, gli episodi si stiano già diradando.
E Madaro mette in evidenza anche che si tratta di rifiuti che il più delle volte provengono da fuori comune, producendo, secondo Madaro un doppio danno.
“Non è solo un danno ambientale ma anche economico, i cittadini di Benevento pagano per lo smaltimento di rifiuti che provengono da fuori comune e dunque è un fenomeno da condannare doppiamente. Dal punto di vista del degrado urbano e dal punto di vista dei costi che i cittadini sostengono”.
E purtroppo il fenomeno degli sversamenti illeciti che, aumenta a dismisura nel periodo estivo, spesso sottrae forze alle normali attività.
“Ci penalizza – conferma il numero uno dell'Asia - perchè distrae risorse sia umane che tecniche all'ordinarietà, combattiamo gli sversamenti illeciti anche per migliorare il servizio ordinario”.


Poi un bilancio sull'attività di sperimentazione che l'Asia sta conducendo al Rione Ferrovia con la tariffa puntuale.
“Dopo un inizio un po' lento c'è stato un incremento che fa ben sperare. Occorre però tirare le somme solo al termine dei quattro mesi di sperimentazione che, come tale, ha bisogno di tempo per permettere un passaggio graduale da parte dei cittadini al nuovo sistema. L'osservazione del campione, anche significativo, dei cittadini coinvolti ci consentirà di valutare la possibilità estendere poi il discorso”.