Processo per usura, le due parti offese assenti in aula

Dovevano deporre, lo faranno il 14 marzo del prossimo anno. Tre gli imputati

processo per usura le due parti offese assenti in aula
Benevento.  

Avrebbero dovuto rispondere alle domande, ricostruendo così le vicende delle quali sarebbero rimasti vittime, ma non è stato possibile. Perchè i due imprenditori che la Procura, in aula rappresentata dal pm Maria Gabriella Di Lauro - ritiene parti offese – uno di loro si è costituito parte civile - in un giudizio per usura (e non solo), non erano in Tribunale. Uno per un problema di salute attestato da un certificato medico l'altro per un errore di notifica.

Se ne parlerà il 14 marzo del prossimo anno, quando proseguirà il processo a carico di Angelo Viola (avvocato Antonio Leone), 53 anni; Fioravante Carapella (avvocato Nunzio Gagliotti), 57 anni, e Nicola Palumbo (avvocato Dello Iacono), 55 anni, di Benevento. Diverse le accuse prospettate: usura, estorsione e minacce per Carapella ( anche detenzione e porto illegale di due pistole) e Viola, con quest'ultimo che deve rispondere anche, in concorso con Palumbo, di svolgimento dell'attività di concessione di finanziamenti -Palumbo avrebbe collaborato nel recupero degli stessi, alla scadenza - senza alcuna autorizzazione.

L'indagine dei carabinieri, rimbalzata all'attenzione dell'opinione pubblica nell'aprile 2015, quando era stata eseguita un'ordinanza di custodia cautelare che non aveva riguardato Palumbo, è centrata su fatti che vanno al 2011 aal 2014. Quando i titolari di due imprese sarebbero stati costretti a restituire le somme avute in prestito con tassi ritenuti usurari. Si tratta di un'inchiesta dalla quale è poi nata quella riguardante alcuni appalti del Comune di Benevento.

Esp