Soldi per droga e alcol, botte alla mamma: arrestato

Indagine dei carabinieri, in carcere un 26enne di Pannarano

soldi per droga e alcol botte alla mamma arrestato
Benevento.  

Lo hanno arrestato e condotto in carcere, dove le sue condizioni gli consentono di restare, “purchè nel contempo gli sia assicurato un idoneo trattamento psicoterapeutico e farmacologico”.

E' quanto disposto dal gip Loredane Camerlengo nell'ordinanza di custodia cautelare firmata a carico di Luigi Meoli (avvocato Fabio Russo), un 26enne di Pannarano, già noto alle forze dell'ordine, accusato di estorsione e maltrattamenti in famiglia.

Il provvedimento a carico del giovane, “affetto da disturbo della personalità”, è stato adottato in un'indagine della Procura e dei carabinieri dela Compagnia di Montesarchio che ha messo nel mirino le condotte che avrebbe mantenuto nei confronti della madre e di altri congiunti.

La malcapitata, in particolare, sarebbe stata ripetutamente minacciata, pesantemente offesa, colpita con pugni e schiaffi e costretta a versargli somme di denaro – tra i 20 e gli 80 euro – , oggetti preziosi, Postepay e carta del Reddito di inclusione che il 26enne avrebbe speso nell'acquisto di sostanze stupefacenti e alcolici.

Una situazione insostenibile, scandita “dalle esplosioni di ira e violenza” verso la mamma, che, per sottrarsi, si sarebbe chiusa in camera da letto.

Una vicenda, scrive la dottoressa Camerlengo, che “apre uno squarcio sul mondo delle patologie mentali in soggetti che siano anche assuntori di sostanze stupefacenti, e sulla impossibilità di apportate un adeguato trattamento riabilitativo-terapeutico se non in contesti protetti, salvo poi evidenziare che misure di sicurezza come la libertà vigilata e finanche il ricovero presso Rems – (due soluzioni gi à praticate in precedenza per Meoli ndr)- non impedisce al soggetto 'non collaborante' di allontanarsi dalla struttura e reiterare condotte penalmente rilevanti”. Di qui la custodia in un carcere in cui sia presente un reparto per la tutela della salute mentale.