Scippi di borse e cellulari in città, 28enne ai domiciliari

Provvedimento cautelare al termine delle indagini della Squadra mobile coordinate dalla Procura

scippi di borse e cellulari in citta 28enne ai domiciliari
Benevento.  

E' accusato di essere l'autore di una serie di scippi di telefoni cellulari, borse e portafogli. Si tratta di Giuseppe Pizzone (avvocato Gerardo Giorgione), 28 anni, di Benevento, arrestato dagli agenti della squadra mobile. Nei suoi confronti un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip Giuliana Giuliano del Tribunale sannita su richiesta del sostituto procuratore Maria Colucci che ha coordinato le indagini della Mobile.

L'attività investigativa era stata avviata il 14 gennaio scorso, dopo un primo scippo di un cellulare ad una ragazzina mentre viaggiava a bordo dell'autobus numero 6. A seguire, il 18 gennaio erano stati messi a segno due scippi di una borsa in via Rummo e di un portafogli in via San Gaetano, entrambi sottratti a persone anziane. La lista degli scippi per il quale il 28enne è indagato continua con il furto di un cellulare il 30 gennaio ad una 21enne, passeggera dell'autobus di linea numero 12, mentre percorreva corso Vittorio Emanuele; il tentativo di scippo della borsa ad una donna nella zona di via Pupillo il 2 febbraio; lo scippo del portafogli con dentro 60 euro, registrato il 2 marzo in via Bosco Lucarelli ai danni di una pensionata; il furto di uno smartphone il 6 marzo a piazza Orsini ai danni di un minorenne mentre saliva su un bus ed infine il 5 maggio lo scippo della borsa di una 69enne che era appena uscita dalla chiesa di santa Sofia.

L'indagato è stato identificato grazie alle immagini delle telecamere di attività commerciali e private oltre al riconoscimento fatto dalle vittime alle quali i poliziotti hanno anche mostrato la sua foto. Questa mattina la notifica del provvedimento da parte degli agenti.