Pensionata morta al Rummo, quattro medici a giudizio

L'indagine sul decesso di una 79enne di Benevento avvenuto il 24 dicembre del 2017

pensionata morta al rummo quattro medici a giudizio
Benevento.  

Rinviati a giudizio i quattro medici coinvolti nelle indagini del sostituto procuratore Marilia Capitanio e dei carabinieri sulla morte di una 79enne di Benevento, avvenuta il 24 dicembre del 2017 al Rummo. Il processo, che partirà il 18 febbraio del prossimo anno, è stato disposto dal gup Maria Ilaria Romano nei confronti dei dottori Maria De Biase, Mario Maddaloni, Assunta Micco e Giovanna Di Salvio, che, difesi dagli avvocati Pierluigi Pugliese, Oreste Viola, Vincenzo Regardi e Nazzareno Fiorenza, hanno sempre sostenuto la correttezza delle loro condotte.

Secondo una prima ricostruzione, la pensionata sarebbe arrivata al pronto soccorso nel pomeriggio del 23 dicembre in preda ad uno choc anafilattico, forse causato da un farmaco. Dopo le prime terapie sarebbe stata trasferita nel reparto di medicina, dove, a distanza di alcune ore, era deceduta.

L'inchiesta era stata avviata dopo la denuncia presentata dai congiunti della pensionata, assistiti dagli avvocati Maria Carmela e Gianluca Mignone. In vista dell'autopsia, affidata al medico legale Lamberto Pianese, le parti avevano nominato i loro consulenti: Giuseppe Addeo, per i familiari della vittima, Arturo Aversano, Giuseppe Vacchiano, Vincenzo Migliorelli e Teresa Suero per i sanitari indagati.

Questa mattina l'udienza preliminare ed i rinvii a giudizio.