Operaio schiacciato in uno scavo di 5 metri, via all'autopsia

Sabato l'assurda tragedia a Torrecuso costata la vita a Vincenzo Iannella, 57 anni, di Paupisi

operaio schiacciato in uno scavo di 5 metri via all autopsia
Benevento.  

E' stata avviata in questi minuti, all'obitorio del Rummo, l'autopsia di Vincenzo Iannella, 57 anni, di Paupisi, morto sabato mattina mentre a Torrecuso stava lavorando, per conto di un'impresa del posto, negli interventi di rifacimento delle fogne per l'istituto comprensivo del paese.

Ad eseguire l'esame è il medico legale Lamberto Pianese, che ha ricevuto l'incarico dal sostituto procuratore Maria Colucci nel corso di una udienza servita alle parti per nominare un proprio consulente: in particolare, il professore Fernando Panarese per i familiari della vittima, assistiti dall'avvocato Giuseppe Maturo, e la dottoressa Teresa Suero per il sindaco di Torrecuso, Angelino Iannella, difeso dagli avvocati Vincenzo Regardi e Roberto Pulcino.

Come anticipato lunedì scorso, il primo cittadino è una delle sei persone 'avvisate' da Pm: un elenco, quello degli indagati, in cui compaiono Robertino Peca e Mina Cerulo, titolari di due ditte, il capo dell'ufficio tecnico comunale Gerardo Rillo, Giuseppe Zotti e Luigi Zotti, proprietario e conducente dell'escavatore adoperato, rappresentati dagli avvocati Giuseppe Cerulo, Luigi Giuliano e Giuseppe Sauchella.

Trenta i giorni a disposizione del consulente dell'accusa per depositare le proprie conclusioni sulle cause della morte dell'operaio, sposato e padre di due figli in tenerà età. Secondo una prima ricostruzione, mentre era in uno scavo profondo cinque metri, il malcapitato era stato travolto da una massa di terreno che l'aveva schiacciato e non gli aveva dato scampo. Inutili i soccorsi.

Una fine assurda, un dramma che ha notevolmente scosso l'opinione pubblica ed ha richiamato alla mente lo stesso, terribile destino toccato ad Arpaia, nell'agosto di quattro anni fa, ad un 50enne di Apollosa. Una tragedia sulla quale dovrà far luce l'attività investigativa dei carabinieri, sia in relazione alle norme di sicurezza, sia alle modalità del rapporto tra impresa e Comune.