Sannio. Sciame sismico, domani scuole e uffici pubblici chiusi

Il provvedimento del sindaco Mastella per il 26 novembre: si effettueranno verifiche agli edifici

sannio sciame sismico domani scuole e uffici pubblici chiusi

Sul fronte del monitoraggio, l'ultima scossa registrata dai sismografi dell'Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia di Roma è stata quella di magnitudo 2.3 con epicentro a San Leucio del Sannio alle 13.31.

Benevento.  

Per domani, martedì 26 novembre, il sindaco Clemente Mastella ha ordinato la chiusura degli uffici pubblici e delle scuole di Benevento. Il provvedimento è arrivato al termine della riunione operativa che si è svolta a Palazzo Mosti dopo le varie scosse sismiche registrate sia durante la scorsa notte che in mattinata. Le ultime tra le 11 e mezzogiorno quando in tutti gli istituti scolastici è stato dato l'ordine di evacuazione a causa della scossa di magnitudo 3.2 con epicentro a Ceppaloni e dopo qualche minuto un altro movimento tellurico di 3.1 con epicentro a san Leucio del Sannio. .

Presenti alla riunione del Centro operativo Comunale, presieduta dal primo cittadino, i vigili del fuoco, i tecnici comunali, gli assessori, il comandante della polizia municipale e i vertici dell'Associazione di Protezione civile di Benevento.

“Lo sciame sismico c'è, ed è stato avvertito da tantissimi cittadini. Non bisogna creare allarmismi ma mi è sembrato opportuno, d'intesa con la protezione civile nazionale, regionale e con il Prefetto di Benevento, chiudere per domani 26 novembre tutti gli uffici pubblici e quindi anche le scuole”. Così il sindaco Mastella al termine della riunione convocata d'urgenza dopo le due scosse nitidamente avvertite dalla popolazione in tarda mattinata.

“Domani i vigili del fuoco e i nostri tecnici effettueranno in tutte le scuole le verifiche opportune per stabilire lo stato di salute degli edifici. Vogliamo dare il massimo della tranquillità a tutti i cittadini. Più di tanto rispetto al terremoto non si può fare”.

Mastella ha poi aggiunto: “Ci riuniremo costantemente con tutti i partecipanti al Coc sono precettati e d'intesa con la Protezione civile nazionale, valutaremo il da farsi. Siamo e resteremo mobilitati al pari degli altri colleghi sindaci della provincia - in particolare con quelli di Ceppaloni e San Leucio del sannio - e sempre d'intesa con la Prefettura”. Ed ha concluso: "Speriamo che tutto finisca qui. Dobbiamo essere tutti vigili, ognuno è chimato al proprio senso di responsabilità per quanto di competenza". 

A seguito dell’ordinanza sindacale di chiusura degli Uffici Comunali, emanata quale provvedimento preventivo di salvaguardia della pubblica incolumità in presenza dello sciame sismico in atto, è sospesa la distribuzione dei bidoncini per la raccolta del vetro presso il Comando della Polizia Municipale in via Santa Colomba e l’Ufficio Tributi di piazzale Iannelli (palazzo ex Impregilo- Megaparcheggio). 

Sul fronte del monitoraggio, l'ultima scossa registrata dai sismografi dell'Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia di Roma è stata quella di magnitudo 2.3 con epicentro a San Leucio del Sannio alle 13.31.