Linee Enel nel mirino, rubati numerosi cavi nel Sannio

In azione una banda che riesce a tranciare fili in rame da impianti da 20mila volt in tensione

linee enel nel mirino rubati numerosi cavi nel sannio
Benevento.  

Riescono a spezzare e portare via centinaia di metri di cavi ad ogni furto da linee di 20mila volt in media tensione, senza cioè interrompere il flusso di energia elettrica. In gergo si dice che operano 'sotto tensione'. Operazione pericolosissima per la quale servono competenze e attrezzature specifiche.

Sono almeno tre i furti messi a segno negli ultimi giorni nel Sannio. Una scorribanda che ha provocato danni ingenti all'Enel che ha dovuto provvedere all'immediato ripristino delle linee di alimentazione di alcune zone di Benevento e della provincia.

I raid dei ladri dell'oro rosso sono stati messi a segno a Benevento, nelle contrade San Francesco e Mascanfroni (Mascambruni) e nel territorio di Apice.

Sono circa tre i chilometri di cavi portati via. Secondo una prima ricostruzione i malviventi salgono sui tralicci e dopo aver isolato la linea con degli appositi attrezzi tranciano uno alla volta i tre o quattro cavi che poi vengono sfilati dai sostegni e portati via dopo averli arrotolati. Operazioni non certo semplici che vengono effettuati di notte e in aperta campagna. L'allarme scatta quando si registra un'interruzione di energia elettrica.

Sul posto almeno in due casi sono intervenuti i carabinieri. per ora nessuna traccia dei ladri di rame. L'Enel intanto ha provveduto alla sostituzione dei cavi elettrici rubati.