Evasione fiscale, sequestro di beni per un'impresa

Le indagini coordinate dalla Procura ed eseguite dalla Finanza

evasione fiscale sequestro di beni per un impresa
Benevento.  

Un sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente è stato eseguito questa mattina dalla guardia di finanza di Benevento. Il provvedimento, emesso dal Gip del Tribunale di Benevento su richiesta della Procura, per l'ipotesi di reato di dichiarazione infedele, è stato disposto nei confronti di una società, con sede a Benevento, operante nel settore della costruzione di edifici residenziali e non, e ha ad oggetto, quale profitto del reato contestato, denaro e disponibilità finanziarie della predetta persona giuridica fino alla concorrenza di euro 184.480, somma pari all’imposta evasa.

Le indagini delle fiamme gialle sono state svolte attraverso l’esecuzione di analisi “ed acquisizioni documentali unitamente – spiega il procuratore capo Aldo Policastro in una nota - a plurimi e capillari accertamenti bancari, sono scaturite da specifiche notizie di carattere investigativo acquisite a seguito del Protocollo Investigativo avente ad oggetto il contrasto alle violazioni tributarie, sottoscritto in data 25.9.2019 tra la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento e l’Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale di Benevento.

Le indagini, infatti, hanno preso avvio da un preliminare avviso di accertamento emesso nei confronti della predetta società dall’Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale di Benevento alla luce di alcune iniziali incongruenze reddituali rilevate sulla stessa”.

Secondo l'accusa, “l’amministratore della società destinataria del provvedimento, al fine di evadere l’I.R.E.S. (Imposta sul Reddito della Società)”, ha indicato nella dichiarazione dei redditi presentata per l’anno di imposta 2014, “elementi attivi per un ammontare inferiore a quello effettivo, sottraendo in tal modo parte degli stessi all’imposizione fiscale”.