«Cautano un paese distrutto dalle pietre ma nessuno lo sapeva»

Coppolaro: Centro storico devastato da una frana di pietre. La zona di Rosato non c'è più

cautano un paese distrutto dalle pietre ma nessuno lo sapeva
Cautano.  

Un paese distrutto. Un centro storico che non c'è più e la rabbia degli amministratori che tentano di rialzarsi dalla distruzione di due alluvioni che hanno travolto case e cose, famiglie e anime. Il comune di Cautano travolto dalle pietre, dalle frane dagli smottamenti con due ponti crollati e strade interrotti. Dal Vallone San Vito una pioggia di massi è piombata sul centro storico. Oggi la lenta ripresa mentre si aspetta che lentamente torni il sereno. Due ponti comunali distrutti e collegamenti interrotti con la Vitulanese. «La rabbia è tanta se si pensa che ancora oggi non sono arrivati i soccorsi della Protezione Civile Nazionale e stiamo facendo tutto da noi. Tutto da soli». La voce dell'assessore Carlo Coppolaro si spezza tra rabbia e dolore nel raccontare le condizioni di un paese in ginocchio.

Simonetta Ieppariello