"L’arte nel sociale è ricchezza perché forma le coscienze"

Si inaugura domani 11 novembre alle ore 18.00 la V° edizione del premio Internazionale Iside

l arte nel sociale e ricchezza perche forma le coscienze

Il successo di questa manifestazione centoventiquattro artisti da ogni parte d’Italia e dal mondo per centoottanta opere conferma i numeri da grandissimo evento...

Benevento.  

 

Come da programma domani 11 novembre alle ore 18.00 presso le sale espositive della Rocca dei Rettori di Benevento, piazza Castello, verrà inaugurata la V° edizione del premio internazionale Iside.

 

Le indiscrezioni sulle opere come sugli artisti hanno richiamato già gruppi di visitatori, ci viene confermato da parte degli organizzatori dell’Ass. Culturale Xarte che hanno dovuto limitarne gli accessi al fine di poter ultimare l’allestimento.

Il successo di questa manifestazione  centoventiquattro artisti da ogni parte d’Italia e dal mondo per centoottanta opere conferma i numeri da grandissimo evento, indubbiamente tra i più importanti della Campania ed in Italia e dimostra che il fare “arte impegnato” è la soluzione vincente. L’importanza di un dipingere impegnato supera l’aspetto dell’effimero, del bello ed educa alla cultura e al rispetto. Il programma inaugurale prevede gli interventi di Sara Musco, Storica dell’arte, Angelo Orsillo dell’Accademia di Fotografia J. Margot, dello scrittore Cristian Liberti, di Amedeo Ceniccola della Casa di Bacco di Guardia Sanframondi, di Milena di Rubbo dell’associazione amArte, dello scrittore Alfredo Martinelli, di Rita Pacilio presidente della Giuria Letteraria,  del M° Romeo Mesisca di Roma, sul tema vi sarà anche una performace della M° Mina Minichiello, del direttore artistico Roberto Scalingi di Fondi,  nonché interventi di personalità Politiche.

Il successo della manifestazione è anche collegato a Giorgio Grasso, curatore del padiglione dell’Armenia all’attuale Biennale di Venezia, critico e storico dell’arte di fama mondiale che premierà gli artisti in concorso ma ha subito apprezzato un fare arte diverso, funzionale ed educativo.

E' la tematica a dare il valore diverso ad una manifestazione così seguita e quest’anno, ci viene riferito dal dott. Maurizio Caso Panza, si è dipartiti da una massima di Pablo Picasso che in una sua famosa riflessione affermava: “il senso della vita è trovare il proprio dono, lo scopo della vita è donarlo”. Quindi agli artisti è stato chiesto di proporre nelle loro opere il “senso della vita”; il loro senso della vita. Molti sono state allora le opere sulla famiglia ma anche aspetti religiosi o aspirazioni personali, interrogativi esistenziali e certezze consolidate che ben addensano le risposte che talora si cercano. E’ assolutamente importante da non perdere lo spaccato che le opere fornisco in quanto si apprezza in pieno la nostra società da un punto di vista importante qual è quello degli artisti.

Le collaborazioni non sono mancate nemmeno quest’anno e come sempre sono numerosecome l’Accademia di Fotografia J. Margot diretta da Angelo Orsillo, dell’Ass. Amarte della Di Rubbo Milena, dello Studio d’arte del M° Romeo Mesisca di Roma, della Casa di Bacco Amedeo Ceniccola, della M° Mina Minichiello.

Andiamo ai  luoghi della manifestazione: Rocca dei Rettori  - Benevento (BN) – Piazza Castello. Il periodo è fissato dal 11 al 19 novembre 2017. Inaugurazione: 11 novembre 2017  ore 18,00. Premiazione sezione poesia e narrativa:  17 novembre 2017 ore 18,00. Premiazione arti visive:  19 novembre 2017 ore 18,00. Orari: Ingresso libero tutti i giorni  dalle   ore    10,00 -13,00 / 16,00 – 19,00.

Ora il programma della manifestazione.                         

Sabato 11 novembre 2017 - ore 18,00.Inaugurazione  della  quinta edizione  del  Premio Internazionale Iside.  Interverranno:  il  direttore  artistico  Roberto  Scalingi, Maurizio Caso Panza,  personalità politiche e civili, il M.° Romeo Mesisca (presidente della giuria tecnica), Angelo Orsillo (direzione critica), Sara Musco, storica dell’arte ed i  rappresentanti dell'Ass. Culturale  Xarte.com, i  membri  della  giuria  tecnica  e della giuria popolare. Milena Di Rubbo, poetessa,  farà  un breve   excursus  storico sul  premio. Seguirà il  buffet  e  visita  alle  opere  in  esposizione.

Artisti in esposizione visiva:

Erasmo Amato, Graziella Bassetto, Gilda Bellomunno, Raffaella Bellonia, Susanna Biasini, Marcantonio Bibbiani, Lorenza Bini, Vincenzo Bucci, Carlo Cammarota, Daniela Cappuccio, Enrico Capuano, Maurizio Caso Panza, Antonio Cella, Carmelo Compare, Gabriella Cusani, Titti D’Arienzo, Ornella De Blasis, Annamaria De Luca, Marianna De Rosa, Ornella De Rosa, Anacleto Di Iasio, Milena Di Rubbo, Tonino Dionizio, Simona Dragonetti, Maria Rosaria Esposito, Giovanna Ferrari, Adriana Ferri, Giuseppe Festino, Mario Finizio, Francesca Angelica Floresta, Matteo Gentile, Florinda Giannone, Luigi Grassia, Flavia Alexandra Grattacaso, Svitlana Sergiyivna Kutepova, Giuseppe La Rosa, Antonio Lanzetta, Paola Leonardi (TinaTua), Livia Leone, Rosetta Lo Vano, Luigi Lombardo, Antonio Lucarelli, Anna Maggio, Sebastiano Magnano, Domenico Magnifica, Antonio Magnotta, Elisabetta Marinucci Nardini, Alfredo Martinelli, Marta Mastropierro, Gjergji Meta, Dolores Micele, Maria Teresa Minneci, Mara Morolli, Fabiano Nadali, Antonietta Nori, Anna Nuzzo (Grisabella), Cosimino Panza, Alfonsina Paoletti, Leonardo Pappone, Gaia Pasini, Lillino Paternostro, Rosalba Patregnani (Rosalbapat), Nicola Pica, Vanessa Pignalosa, Matteo Pinelli, Patrik Pioppi, Fabrizio Pomponio, Sandro Pontillo, Nicola Porta,  Francesca Rizzi, Nicola Romano, Francesco Rosina, Maria Pina Sallemi, Angela Sarnataro, Vanda Sarteur, Rosanna Sasso, Roberto Scalingi, Giovanni Sechi, Antonella Selvitella, Gianni Serra, Maria Sibilio, Alfonsina Sica, Noralba Ramona Spelorzi, Francesca Spoto, Orlando Tocco, Rosario Tortorella, Antonella Vegliante, Alfredo Verdile, Gabrio Vicentini, Ida Renata Lucia Viganò, Imma Villani, Placido Vitale, Valeria Vitulli, Immacolata Zabatti.

Poesia e narrativa

Antonella La Fazia; Rita Lombardi;  Annamaria Maritan; Gaetano Napolitano; Teresa Serino ; Stefania Siani; Spagnuolo Agostina; Valentino Gaetano; Maria Italia Basile; Attilio Andriolo; Adolfo Stinziani, Antonucci Paola Ines, Graziella Bergantino, Valtulini Marco.

Ringraziamenti:

"Si ringraziano le istituzioni, La Regione Campania,  la Provincia di Benevento, l’EPT di Benevento, il Comune di Benevento,  che oramai da anni collaborano con l’Ass. Culturale Xarte per il Premio Internazionale Iside,  l’Ass. Culturale AmArte, l’Accademia di fotografia J. Margot di Benevento, l’Ass. Culturale “La Casa di Bacco” (www.lacasadibacco.org)  e gli artisti tutti che, di edizione in edizione, rendono sempre più importante  il premio. Il  premio lo ricordiamo  che nasce per  diffondere  in  ambito  nazionale  ed internazionale  la cospicua concentrazione di manufatti egizi dedicati  alla dea Iside ritrovati  in  Benevento: un unicum fuori dall'Egitto."

Redazione Bn