A Cautano il teatro si sposta... a tavola

Da venerdì a domenica, tre appuntamenti

a cautano il teatro si sposta a tavola
Cautano.  

Dopo gli appuntamenti con il cinema, il programma continua all’insegna del teatro.  Nelle piazzette storiche tra Cautano e Cacciano, venerdì 16 è di scena L’isistrata (con l’apostrofo), una rilettura in chiave comica della commedia greca di Aristofane a cura di Noemi Giulia Fabiano. Sabato 17 sono protagonisti il puparuolo ‘mbuttito e i cecatielli  nello spettacolo teatralculinario “Il teatro a Tavola” e, alla fine della commedia… si finisce tutti a tavola! Il progetto è a cura di Maria Varriale de Curtis che, dopo i piatti partenopei, si cimenta ora nella cucina sannita, attraverso grandi classici e icone del teatro passando da Cechov a Petito.  La trasposizione teatrale è a cura di Gianmarco Cesario (autore-critico teatrale) e Antonio Gargiulo (attore-regista). Ma, cosa c’entrano Cechov e Petito con il puparuolo ‘mbuttito e i cecatielli? Lo scopriremo in questa edizione di “Settembre in piazzetta”.

Domenica 18, chiude la rassegna lo spettacolo degli allievi dell’Accademia teatrale Officina delle Arti. L’iniziativa da un’idea di Antonio Acocella è organizzata dalla Proloco Cepino Prata, in collaborazione con Officina delle Arti. La direzione artistica è affidata a Gianmarco Cesario. E, come da buona abitudine del popolo sannita, il pubblico sarà accolto con sorprese gastronomiche.