Politiche: "Liberi e Uguali" gioca la carta Cimitile?

Il nome dell'ex presidente della Provincia sarebbe gradito ai vertici di LeU

politiche liberi e uguali gioca la carta cimitile
Benevento.  

Tra le principali novità delle prossime elezioni politiche a sinistra del Pd c'è Liberi e Uguali. La formazione composta da ex vertici democratici e capeggiata dal presidente del Senato Piero Grasso viene stimata su buone percentuali nei sondaggi, tra il 6 e il 7 per cento. E per raggiungere un buon risultato LeU punta a nomi importanti da candidare, rappresentativi dei territori e con un profilo alto.                                                                                                                                                                                                                                                           Nel Sannio diversi sono i nomi circolati nelle ultime ore: quello di Mario Pepe, sindaco di San Giorgio del Sannio e presente anche all'incontro che si è tenuto alla biblioteca provinciale e Michele Napoletano, sindaco di Airola, fresco di rottura con il Partito Democratico, le cui possibilità di candidatura sembrerebbero in ascesa.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    Ma toccherà a Roma decidere: quelli di Napoletano e Pepe non sono gli unici nomi in campo. C'è Amerigo Ciervo, docente di filosofia di Benevento, presidente Anpi e si parla anche di Tonino Conte, ex parlamentare di Telese Terme ed ex presidente Anpi.
Ma a sorpresa si potrebbe virare su un “outsider”: da indiscrezioni emerge infatti che sarebbe stato sondato l'ex rettore dell'Università del Sannio ed ex presidente della Provincia di Benevento Aniello Cimitile.
Cimitile sarebbe un nome estremamente gradito ai massimi vertici di Liberi e Uguali, ma non è chiaro se abbia dato la propria disponibilità a candidarsi o meno.