Acqua al tetracloroetilene a Benevento. Il caso in parlamento

Oggi l'intervento della senatrice del Movimento Cinque Stelle Danila De Lucia

acqua al tetracloroetilene a benevento il caso in parlamento
Benevento.  

Acqua al tetracloroetilene a Benevento. Il caso in parlamento. E' di oggi un intervento sul tema della senatrice sannita del Movimento Cinque Stelle Danila De Lucia che, nell'aula di Palazzo Madama, ha esposto la situazione che, ormai da mesi, tiene banco in città.
Partendo da uno studio dell'Arpac del febbraio 2018, che riferisce la presenza di tracce di tetracloroetilene nei pozzi di Campo Mazzone e Pezzapiana, la senatrice grillina avanza la necessità che il Comune si affidi all'Università del  Sannio per redigere un piano di caratterizzazione degli stessi pozzi, richiedendo apposito contributo alla regione Campania che lo ha concesso, per un analogo problema, al comprensorio Solofra Montoro. 

In sostanza la proposta delle consigliere comunali del Movimento Cinque Stelle Anna Maria Mollica e Marianna Farese.

"Il piano di caratterizzazione – conclude De Lucia - contemplato dal titolo V parte quarta del decreto legislativo 152/2006 (Codice dell’ambiente), è la prima fase di una caratterizzazione ambientale che si identifica nell’insieme delle attività che permettono di ricostruire fenomeni di contaminazione a carico delle matrici ambientali, in modo da ottenere le informazioni di base a supporto delle decisioni realizzabili e sostenibili per le eventuale messa in sicurezza e/o bonifica delle acque".