Troppa Italia per la Georgia, 6 reti delle azzurre al Vigorito

Partita a senso unico. Premiato il presidente Vigorito con la Rinascimento

troppa italia per la georgia 6 reti delle azzurre al vigorito
Benevento.  

Italia – Georgia 6-0

Italia (4-4-2): Giuliani; Guagni, Linari, Gama (29'pt Fusetti), Bartoli; Rosucci 17'st Caruso), Giugliano, Galli, Cernola; Girelli, Sabatino (9'st Salvatori Rinaldi). A disp.: Aprile, Piazza, Bergamaschi, Marinelli, Rarenzi, Caruso, Fusetti, Boattin, Gilonna, Salvatori Rinaldi, Tucceri Cimini, Greggi. All.: Bertolini

Georgia (5-4-1): Gabunia; Pasikashvili, Kalandadze, Sutidze, Tatuashvili, Raukh; Bakradze, Todadze, Matveeva (27'st Cheminava), Tchkonia (9'st Danelia); Chichinandze (40'st Danelia). A disp.: Sukhashvili, Gabelaia, Kadagishvili, Chkhartishvili, Danelia, Cheminava, Danelia, Tsotseria, Khaburdzania. All.: Bajelidze

Arbitro: Demetrescu (ROU)
Assistenti: Iugulescu e Tepusa (ROU)
Quarto uomo: Trandafir (ROU)

Marcatori: 10'pt Linari, 25'pt Guagni, 27' Girelli, 32' e 45'pt Sabatino, 7'st Rosucci

Un vero e proprio trionfo per l'Italia che al Ciro Vigorito ha annichilito la Georgia con il netto punteggio di 6-0. Le ragazze guidate da Milena Bertolini hanno letteralmente dominato l'incontro sin dalle primissime battute: dopo cinque minuti di gioco, infatti, hanno sfiorato il vantaggio con un Sabatino che da pochi passi è stata fermata dal paolo. Il risultato si è sbloccato al 10' sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Cernola, culminato con un preciso colpo di testa di Linari che si è infilato alle spalle di Gabunia. Le azzurre hanno continuato ad attaccare e al 25' è arrivato il raddoppio, giunto ancora una volta direttamente da corner con Guagni che ha scritto il proprio nome sul tabellino dei marcatori per il 2-0. Neanche il tempo di completare i festeggiamenti che l'Italia ha realizzato il tris: bella azione manovrata delle azzurre con Girelli che riceve dal limite, si gira e conclude con un forte tiro che non ha lasciato scampo a Gabunia.

La Georgia non fa altro che subire le iniziative italiane: al 29' Rosucci scheggia la traversa con un tiro dal limite. Al 32' Sabatino realizza il poker in seguito a una respinta di Gabunia su conclusione di Sabatino. A pochi minuti dalla fine del primo tempo è Sabatino a far scattare in piedi il Vigorito con un fragoroso applauso, grazie a un sontuoso colpo di tacco su preciso cross di Girelli.

Il secondo tempo comincia allo stesso modo: al 7' è Rosucci a scrivere il proprio nome sul tabellino dei marcatori sugli sviluppi di un corner. Due minuti dopo Girelli sfiora il settimo gol con una conclusione che ha colpito in pieno l'incrocio dei pali. Al 30' grandissima giocata di Salvatori Rinaldi che, di rovesciata, è andata vicinissima alla gloria personale. Poco prima l'Italia è rimasta in dieci a causa dell'uscita dal campo dell'infortunata Guagni.

La truppa di Bertolini ha controllato al meglio l'incontro fino al triplice fischio finale che le ha consegnato tre punti importanti in chiave qualificazione. Nell prossimo incontro, in programma il prossimo 12 novembre a Castel di Sangro, l'Italia sfiderà Malta. 

Intanto prima della partita c'è stato un simpatico scambio di doni tra la Figc, rappresentata da Cosimo Sibilia, e la Georgia. Il Benevento Calcio ha ricevuto la maglia da gioco ufficiale della Nazionale, la suggestiva e rara Rinascimento, con alle spalle il nome del presidente giallorosso Oreste Vigorito. La promessa, ovviamente, resta quella del ritorno.