Moncini: "Dimentichiamo Crotone. Rush finale al massimo"

L'attaccante giallorosso: "Mi auguro che in serie A ci sia il giusto mix tra vecchi e nuovi"

moncini dimentichiamo crotone rush finale al massimo
Benevento.  

E' l'attaccante inamovible del Benevento. Gabriele Moncini è pronto a chiudere al meglio la stagione, in attesa del prossimo campionato di serie A. Lo stesso sodalizio giallorosso a gennaio ha effettuato un investimento importante per assicurarsene il cartellino dalla Spal in proiezione futura. Ospite esclusivo di Ottogol, l'ex Cittadella si è espresso così sul rush finale:

“Lunedì scorso aspettavamo la partita con la Juve Stabia per chiudere i giochi. Dopo l'espulsione di Caldirola c'è stato qualche dubbio, ma abbiamo dimostrato di essere una squadra vera. La sofferenza ha reso più belli i festeggiamenti. Adesso dobbiamo riscattare la sconfitta di Crotone. C'è il record dei punti da battere, quindi non vedo il motivo per cui smettere di vincere. Le ultime gare saranno anche una sorta di preparazione per noi in vista del prossimo campionato. Quando sono arrivato a gennaio la squadra aveva quindici punti di vantaggio, quindi le possibilità di promozione erano alte. Sin da subito c'era la sensazione di dominare sugli altri, quindi la consapevolezza di andare in serie A è cresciuta sempre di più”. 

MERCATO - "Dopo un campionato del genere sarebbe importante tenere l'ossatura di questa squadra. E' chiaro che la serie A è un torneo totalmente diverso, quindi mi auguro che ci sia il giusto mix tra vecchi e nuovi. Nuovi arrivi in avanti? In tutte le squadre c'è grande concorrenza. Avere calciatori di livello può essere solo una cosa positiva.  L'acquisto di Remy è stato un segnale importante da parte della società, ma anche verso di noi che nonostante la promozione siamo chiamati a guadagnarci la riconferma. Fares farebbe molto comodo, con la Spal ha fatto la differenza. Glik non ha bisogno di presentazioni, la sua presenza potrebbe essere fondamentale in campo ma soprattutto nello spogliatoio. Mandzukic? E' un calciatore pazzesco". 

INZAGHI - "La mia più grande motivazione è stata quella di trovare mister Inzaghi. Per me ancora oggi è un sogno".

SERIE A - "Ci sarà da lottare ogni domenica. Per me sarà un'occasione da non sbagliare e metterò tutto me stesso per fare bene con questa squadra". 

FESTEGGIAMENTI - "Non mi aspettavo ci fosse così tanta gente. La festa si è svolta correttamente ed è stato bello lo stesso".