Benevento, solo pari. Con l'Aversa finisce 0-0

Per la strega non arriva il riscatto dopo il derby di Salerno

benevento solo pari con l aversa finisce 0 0
Benevento.  

Il Tabellino: 

Benevento (4-3-1-2): Pane; Pezzi, Lucioni, Scognamiglio, Som; Agyei (46'pt Vitiello), D'Agostino (28'st Alfageme), Campagnacci; Mazzeo; Marotta, Eusepi (30'st Kanoute). A disp. Piscitelli, Padella, Celjak, D'Angelo. All. Brini.

Aversa Normanna (4-3-3): Lagomarsini; Scognamillo, Cossentino (26'pt Petricciuolo), Esposito, Amelio; Catinali, Geroni, Giannattasio (42'st Castellano); Sassano, Mosciaro (19'st De Luca), Mangiacasale. A disp. Despucches, Giannusa, Viglietti, Personè. All. Marra

Arbitro: Enzo Vesprini di Macerata (Grossi-Lombardi)

Recupero: 4'pt, 3'st

Ammoniti: 6'st Lagomarsini (A), Giannattasio (A), Scognamiglio (B), De Luca (A), Alfageme (B)

Espulsi: al 47'st Kanoutè e Despucches (dalla panchina) per rosso diretto

Angoli: 9-2

Note: prima del fischio d'inizio osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Luca Colosimo, arbotro scomparso domenica scorsa in un tragico incidente stradale.

Il riscatto non arriva. Il Benevento impatta 0-0 in casa contro l'Aversa Normanna e aggancia momentaneamente la Salernitana in vetta a quota 61 punti in attesa del match dei granata che stasera saranno di scena a Lecce. Brini conferma le indiscrezioni della vigilia e opta per un 4-3-1-2 con Mazzeo alle spalle di Marotta ed Eusepi e Campagnacci sulla linea dei centrocmapisti accanto a D'Agostino e Agyei. I tre punti non arrivano, complice una mancanza di precisione sotto porta nel primo tempo e una serie interminabile di errori nella ripresa. La prima occasione del match è del 6'. Som conquista il fondo sulla sinistra e crossa al centro dove c'è EUsepi. Re Umberto controlla ma calcia debolmente da ottima posizione. Al 17' è Agyei a sfiorare il vantaggio. Apertura di Campagnacci per il ghanese che arriva sul secondo palo e dopo un controllo difettoso riesce a calciare ma trova solo il palo esterno. La prima conclusione dell'Aversa verso la porta di Pane arriva al 27' con Mosciaro che tenta il tiro da fuori ma non centra lo specchio. Un minuto prima Marra era stato costretto a sostituire il difensore centrale Cossentino per infortunio inserendo al suo posto il classe '95 Petricciuolo. Alla mezz'ora gli ospiti recriminano per un calcio di rigore quando Catinali cade in area e protesta. Vesprini di Macerata è ben posizionato e lascia correre. Al 33' occasionissima per i giallorossi. Mazzeo lancia il contropiede per vie centrali, Marotta si inserisce bene e si ritrova a tu per tu con Lagomarsini che lo ipnotizza in uscita. Tra il 35' e il 37' due calci d'angolo calciati da Mazzeo risultano molto insidiosi per l'estremo difensore normanno. Sul primo la torre di Scognamiglio è perfetta per la girata di Marotta, ma Lagomarsini nella circostanza è ancora attento. Il portiere si ripete sul secondo corner, seppur con più difficoltà, quando il centrale difensivo prova a trovare la via del gol impattando di testa. Nella ripresa dopo meno di centoventi secondi Sassano prova il destro da fuori ma la palla si perde sul fondo. Al 5' è Eusepi a tentare il destro dal limite, Lagomarsini si salva come può e la difesa devia in corner. Sugli sviluppi dell'angolo calciato da Mazzeo è Scognamiglio a svettare più alto di tutti ma trova la risposta di Lagomarsini che con la complicità del palo salva nuovamente il risultato. Dal decimo minuto in poi l'Aversa sale in cattedra e costruisce almeno tre nitide palle gol. Al 10' Sassano supera Pane in uscita ma non centra lo specchio a porta sguarnita. Al 24' ancora ospiti pericolosi, sempre con Sassano che tutto solo a tu per tu con Pane conclude debolmente. Alla mezz'ora l'attaccante aversano completa l'opera colpendo il montante alla destra del portiere giallorosso quando il gol pareva ormai cosa fatta. Brini nel finale punta sul 4-4-2 inserendo Kanoutè e Alfageme in luogo di D'Agostino ed Eusepi, ma le idee in campo sono poche e confuse. L'ultimo squillo è del 42' quando Mazzeo pennella una punizione al centro per la testa di Scognamiglio ma lo stacco di quest'ultimo è impreciso. Al 3' di recupero c'è spazio anche per le proteste giallorosse: Alfageme cade in area regalando un brivido finale, ma Vesprini fischia tre volte. Finisce 0-0 con tanti rimpianti.

Francesco Carluccio