Under 17, sconfitta per il Benevento all'Avellola

Il Pescara si impone con il risultato di 4-3

under 17 sconfitta per il benevento all avellola
Benevento.  

Benevento – Pescara 3-4

Benevento (4-3-3): Savarese; Solimeno, Autiero, Ciaravolo, Andreozzi (22'st Romanelli); Esposito (22'st Delle Curti), Alfieri, De Rosa; Ferraro, Pietroluongo (11'st Vitale), Garofalo. A disp.: Guerra, Bocchetti, Calzolaio, Battisti, Maresca. All.: Romaniello

Pescara (4-3-3): Sorrentino; Ciafardini, Chiacchia, Longobardi, Quacquarelli; De Marzo (45'st Di Giacinto), Kuqi, Blasioli; Chiarella (38'st Napoletano), Zinno (15'pt Kirilov), Di Stefano (45'st Agbonifo). A disp.: Pelusi, Nardi, Mancini. All.: Battisti

Arbitro: Russo di Torre Annunziata

Assistenti: Minichiello e Vernacchio di Ariano Irpino

Marcatori: 3'pt Longobardi (P), 19'pt Kirilov (P), 27'pt De Rosa (B), 37'pt e 6'st De Marzo su rig. (P), 39'st Ferraro (B), 53'st Garofalo su rig. (B)

E' stata una gara ricca di gol quella andata in scena questo pomeriggio all'Avellola tra Benevento e Pescara. I giallorossi sono usciti sconfitti dal terreno di gioco, con gli abruzzesi che si sono imposti per 4-3. L'approccio alla gara è stato totalmente negativo per la truppa di Romaniello che dopo tre giri di lancette è andata subito sotto a causa di un gol messo a segno da Longobardi: il calciatore biancazzurro ha preso in contro tempo la retroguardia sannita riuscendo a capitalizzare un assist proveniente dall'out destro. Il Benevento ha provato a reagire e al 12' si è fatto vedere con Pietroluongo, ma la sua conclusione è stata respinta da Sorrentino. Al 19' il neo entrato Kirilov ha portato il Pescara in paradiso, realizzando il bis con la difesa giallorossa che è apparsa troppo lenta nel contrastare la conclusione dell'attaccante avversario. I giallorossi sono riusciti ad accorciare le distanze al 27' con De Rosa, il quale è stato bravo a insaccare in seguito a una ribattuta. Dopo dieci minuti, però, gli ospiti hanno tagliato le gambe alla Strega con un calcio di rigore procurato da Kuqi per un fallo di Andreozzi. Sul discetto si è presentato De Marzo che ha insaccato per il 3-1.

Nella ripresa il Benevento ha provato in tutti i modi a rimettere le cose a posto, ma al 6' il Pescara ha realizzato il pokerissimo con un altro rigore di De Marzo fischiato dall'arbitro per un contatto tra Solimeno e Chiarella in area. Al 14' lo stesso De Marzo ha sfiorato la tripletta con una conclusione dal limite che ha colpito il palo. La gara è proseguita senza sussulti fino al 39', quando Ferraro ha accorciato le distanze con un preciso colpo di testa su assist di Solimeno.

Nei minuti finali il Benevento ha alzato il ritmo. Al 50', però, i biancazzurri hanno centrato ancora una volta il palo su tiro di Blasioli. Al 52' Garofalo ha scritto il proprio nome sul tabellino dei marcatori grazie a un calcio di rigore grazie per fallo commesso da Chiacchia. Il difensore è stato anche espulso dall'arbitro per doppia ammonizione.

E' terminato così l'incontro. Per i sanniti è la seconda sconfitta consecutiva dopo quella contro la Roma. Nella prossima giornata affronteranno il Palermo in trasferta.