Volare, salvezza in cassaforte

Le ragazze di coach Potccetti hanno battuto 3-0 il Ribellina garantendosi la permanenza in C

volare salvezza in cassaforte
Benevento.  

Missione compiuta per la Volare Benevento che ha battuto, al termine di una prestazione bella e convincente, per 3-0 la Ribellina Volley ed ha ottenuto l’aritmetica salvezza nel campionato di Serie C.
Un risultato raggiunto al termine di una stagione travagliata, contrassegnata da diversi problemi ed imprevisti che, in più di un’occasione, avevano fatto temere il peggio.
Invece, grazie all’impegno di tutti, dalla società, al mister, alle atlete che nel corso della stagione si sono aggregate, alle piccole del settore giovanile, si è raggiunto l’obiettivo anche con tre giornate d’anticipo.
Ora si dovrà onorare al meglio l’ultima parte del campionato, cercando di fare bene per raccogliere ulteriori punti e migliorare l’attuale decima posizione che la squadra occupa.
Poi si potrà programmare il futuro, la prossima stagione, dove non sono escluse importanti novità.
Della partita con la Ribellina, c’è poco da dire.
Netto è stato il divario tra le due formazioni in campo con la Volare che ha impresso il proprio ritmo sin dall’avvio con le avversarie che poco hanno potuto.
La formazione mandata in campo da coach Antonio Poccetti ha visto scendere in campo Madona Ulaj e Martina Pisano schiacciatrici, Alessia Losco opposto, Roberta Mercurio, palleggiatrice, Teresa Negrone e Daniela Vicario, centrali, Lara D’Ambrosio libero.
A disposizione tutte atlete under, le schiacciatrici Roberta Bovio ed Alessandra Labruna, il libero Giorgia Formato e la palleggiatrice Sara Capozzi le quali hanno avuto la possibilità di entrare e di accumulare esperienza.
La storia dei tre set è stata pressoché simile con l’equilibrio che si è spezzato quasi subito con le padrone di casa che hanno fatto vedere una bella pallavolo che ha permesso loro di giocare con una certa tranquillità i parziali.
Così, i primi due giochi sono stati vinti con il punteggio di 25-18, mentre il terzo ancora più agevolmente sul 25-15.
Felicità ed allo stesso tempo serenità per il tecnico, Antonio Poccetti, il condottiero di questa navicella, a cui ascrivere questo risultato.
Non ha mollato nei momenti difficili che ci sono stati, anche diversi, ha lottato e si è impegnato nelle varie avversità, riuscendo a condurre in porto la nave non senza, però, l’aiuto di tutti, delle sue ragazze per primo.
“Sono molto contento - ha detto a fine gara - del risultato ottenuto.
Dico brave alle mie atlete che, con tante difficoltà e sacrifici, ci hanno regalato questa soddisfazione che giunge anche con qualche giornata di anticipo.
L’obiettivo raggiunto è quello che la società si era prefissata ad inizio stagione.
Peccato, però, se non ci fossero stati degli infortuni di troppo nonché la circostanza che qualche ragazza ci lasciasse nel corso di questi mesi per diversi motivi, forse avremmo potuto ambire ed aspirare a qualcosa in più della salvezza, comunque va bene così.
Vorrei poi ringraziare anche chi ha accettato di darci una mano in corso d’opera, fornendo il proprio personale contributo che è stato davvero prezioso.
Senza di loro, infatti, non ce l’avremmo fatta.
Un accenno, poi, lo voglio fare anche verso le più piccole, le ragazze del settore giovanile.
Ad inizio campionato avevamo, con la proprietà, deciso che avremmo provato ad inserirle gradualmente in prima squadra in modo da dare loro l’opportunità di crescere.
Così, dopo Formato che ho impiegato spesse volte anche da titolare vista l’assenza di Santamaria nella prima parte del torneo, ha poi avuto l’opportunità di utilizzare pure Labruna, Bovio, Capozzi, Martina Cavalluzzo ed Angela Martino che si sono fatte trovare pronte nel momento del bisogno e di questo sono orgoglioso.
Vorrei, infine, ringraziare anche la società, il patron Aldo Quarantiello, che ha sopportato il mio carattere che so essere non facile e che mi ha dato fiducia non facendomela mancare anche quando, nelle prime otto gare, avevamo raccolto solo un punto ed eravamo ultimi.
Ha creduto in me, nel mio lavoro, soprattutto nei momenti difficili, e per questo sono contento.
Per il futuro, per ora mi godo questo risultato, poi mi incontrerò con la società per vedere se le nostre strade potranno essere ancora le stesse e per buttare giù un progetto per la prossima stagione.
Si sta lavorando su varie ipotesi, vedremo…”.