La tragedia di Gianfranco, ucciso a 32 anni da un tumore raro

Il dramma del padre di due bambini. La disperazione della moglie

la tragedia di gianfranco ucciso a 32 anni da un tumore raro
Poggiomarino.  

Napoli, la sua provincia, la sua comunità e non solo hanno provato a sostenerlo, a pregare e aiutarlo perhè riuscisse a sconfiggere quel tumore raro. La sua comunità aveva avviato una raccolta di fondi per cercare di farlo accedere a cure all'estero. Gianfranco Sangiovanni, il commercialista 32enne di Poggiomarino che lottava contro una rara forma di tumore, non ce l'ha fatta. Il suo cuore si è fermato per sempre. Il giovane papà è morto intorno alla mezzanotte. La moglie, Alessia Sorrentino, aveva lanciato un appello su facebook: «Aiutiamo Gianfranco», avviando una raccolta fondi. Nel suo appello, la donna aveva spiegato che il tumore desmoplastico a piccole cellule rotonde al quarto stadio, rarissimo, poteva essere curato in due centri europei, uno in Francia e l’altro in Inghilterra, con l'aiuto di un medico giapponese. Subito la macchina della solidarietà si era messo in moto: in pochi giorni erano stati raccolti oltre 50mila euro e in tanti, a Poggiomarino ma non solo, avevano lanciato appelli a favore della causa. Un dramma senza fine. Ora Poggiomarino si prepara per dare l'ultimo saluto all'uomo, che lascia la sua famiglia nel dolore più profondo.