Orologio d'oro nei rifiuti ritrovato dagli operai e restituito

I lavoratori Ricicla di Pozzuoli lo hanno reso alla proprietaria

orologio d oro nei rifiuti ritrovato dagli operai e restituito
Pozzuoli.  

Un orologio d’oro a 18 carati, griffato Baume & Mercier, gettato per errore nella spazzatura da una donna a Pozzuoli e ritrovato dagli operai della “Ricicla”, l’azienda che si occupa di selezionare e recuperare i rifiuti multimateriali raccolti sul territorio puteolano. La signora era andata in spiaggia e aveva riposto l’orologio in una borsa da mare. Quando sono tornata a casa mi sono accorta che la borsa si era macchiata e, dimenticando contenesse l’orologio, l’ho piegata e l’ho conferita alla raccolta differenziata – spiega Giovanna Marra, proprietaria del prezioso gioiello -”. “Il giorno dopo – prosegue – mi sono ricordata che l’orologio era nella borsa e sono corsa presso l’azienda di recupero dei rifiuti. Lì ho trovato delle persone stupende, di un’onesta unica. Mi hanno garantito che avrebbero fatto il possibile per ritrovarlo qualora il mezzo fosse arrivato da loro. E così è stato. Quando mi hanno chiamato per darmi la bella notizia erano più felici di me. Volevo ricompensarli in denaro ma non hanno voluto. Così ho portato dei cornetti e dei profumi della mia profumeria a tutti loro. Un modo per dire grazie a persone splendide”.

“Il lavoro nel nostro impianto funziona molto velocemente – spiega il dottor Trincone, proprietario della “Ricicla” -, gli operai hanno dovuto rallentarlo per permettere di recuperare l’orologio. Se non avessero dato il via alla ricerca, il gioiello sarebbe finito probabilmente nel vetro. Il nostro è un impianto che fa un grande lavoro, recuperando e selezionando il materiale. La nostra azienda, valorizzando i rifiuti, si può definire a sua volta una produttrice di materiale”. La storia dell’orologio è stata raccontata nella puntata di venerdì de “La Radiazza” dal vicesindaco di Pozzuoli Fiorella Zabatta: “Gli otto operai hanno dimostrato grande onestà. Hanno aperto migliaia di buste sotto al sole cocente per recuperare il gioiello. Lo hanno fatto senza chiedere alcun tipo di ricompensa”. “Storie come questa – considerano il conduttore de “La Radiazza” Gianni Simioli e il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – testimoniano che la popolazione dei nostri territori è composta in maggioranza da lavoratori onesti. Il grande lavoro degli operai della ricicla è rappresentativo di tutte quelle persone che, ogni giorno, fanno il proprio dovere con grande impegno e abnegazione”.