Detenuto evaso, ricerche in corso: "E' pericoloso"

E' un serbo di 38anni: ha finto un malore del figlio per scappare

detenuto evaso ricerche in corso e pericoloso
Napoli.  

Ricerche in corso nell’alto casertano e in tutta la Campania di un detenuto, che era recluso nel carcere di Frosinone, che si è dato alla fuga mentre era scortato nel campo rom di Secondigliano dove avrebbe dovuto far visita a un familiare. L’uomo, Rade Nikolic, 38anni, serbo è giudicato pericoloso e per questo fino a ieri gli erano stati sospesi i permessi. Sembrerebbe che nel campo rom abbiano messo in scena il malore di un bambino per permettere all’uomo di scappare: Nikolic ha chiesto di andare in bagno ed è scappato dalla finestra. Sul caso si è pronunciato anche Aldo Di Giacomo, segretario generale S.PP: “Il pericoloso detenuto era scortato da sette uomini, quattro del carcere di Frosinone da cui era stato tradotto e tre di supporto dal carcere di Secondigliano. Dalle prime indiscrezioni parrebbe che nel campo rom sia stato inscenato un malore ad un bimbo per consentire al detenuto di darsela a gambe elevate. È ora di smetterla con questo buonismo nella concessione di permessi dai quali ne scaturisce un elevato indice di evasione. Noi ancora una volta siamo dalla parte delle vittime e dei poliziotti penitenziari”.