Bacoli, da De Magistris 370mila euro per il Liceo Seneca

La Città Metropolitana sottoscrive il contratto per l'affidamento dei lavori di riqualificazione

bacoli da de magistris 370mila euro per il liceo seneca
Bacoli.  

?È stato siglato questa mattina, nella sede della Città Metropolitana di Napoli di Piazza Matteotti, il contratto per l’affidamento della progettazione esecutiva e dei lavori di ristrutturazione per la riqualificazione e messa in sicurezza della succursale del Liceo Polispecialistico “L. A. Seneca” di via Virgilio a Bacoli. L’intervento consentirà di ricavare altre tre aule, che permetteranno alla struttura - che ospita, con le sue attuali 5 aule, 125 alunni - di passare ad una popolazione scolastica di 200 studenti. Sarà realizzata, altresì, ex novo la rete fognaria per lo smaltimento dei reflui, operazione che offrirà la possibilità di superare, di concerto con il Comune, il problema degli allagamenti del piazzale in caso di pioggia derivanti anche dagli sversamenti che avvengono da parte degli edifici circostanti l’Istituto; saranno rifatti gli impianti elettrici ed impermeabilizzati i lastrici solari che, insieme con la sostituzione di tutti gli infissi, consentiranno alla struttura di raggiungere un adeguato isolamento termico che in grado di garantire una sostanziale riduzione dei consumi energetici.

Saranno riqualificati anche gli spazi esterni e le aree a verde e saranno eliminate le barriere architettoniche per consentire l’accesso ai disabili, cui saranno destinati anche specifici posti auto. La struttura sarà dotata di un campetto da pallavolo all’aperto. Il costo complessivo dei lavori è di 370mila euro, a carico della Città Metropolitana. Entro i primi due mesi del 2017 la ditta affidataria dovrà presentare la progettazione esecutiva, dopo di che partiranno i lavori che dovranno terminare entro un anno.

«Questo intervento – ha affermato il sindaco della Città Metropolitana, Luigi de Magistris - costituisce un’ulteriore testimonianza dello sforzo enorme che stiamo mettendo in campo, nonostante la crisi e i tagli del Governo, sul piano dell’edilizia scolastica non solo a Napoli ma in tutta l’area metropolitana, perché riteniamo che solo con un’adeguata formazione che ne valorizzi la grande intelligenza possiamo creare le basi per un inserimento rapido e soddisfacente dei nostri giovani nel mondo del lavoro».