Taxi solidale per anziani e disabili, parte il progetto

Il Comune di Qualiano affida il servizio alla cooperativa "Le Ali"

taxi solidale per anziani e disabili parte il progetto
Qualiano.  

Affidato il Taxi solidale. Ieri mattina, nella stanza del sindaco Ludovico De Luca, è avvenuta la consegna ufficiale delle chiavi del mezzo alla presidente Assunta Masi, in rappresentanza della società cooperativa “Le Ali”, che, al termine della procedura indetta dal Comune, è risultata affidataria del Fiat Doblo’ consegnato all’Ente di Piazza del Popolo a conclusione del progetto “Liberi di essere, liberi di Muoversi”, promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali, in collaborazione con la società Mobility Life, che è riuscita a coniugare la solidarietà con la pubblicità. 

«Il servizio rientra tra le azioni di natura socio-assistenziale promosse dal Comune di Qualiano al fine di consentire a persone, in situazioni di svantaggio, anche transitorio, di raggiungere strutture a carattere assistenziale e sanitario, centri di cura e riabilitazione e, in generale, di accedere a luoghi in cui si erogano i servizi di cui necessitano», ricorda il sindaco De Luca. 

Ricordiamo che l’affidamento in comodato d’uso gratuito del Fiat Doblo’, per la durata di due anni, rinnovabili per altri due, prevede il trasporto agevolato di persone anziane, disabili e/o in gravi condizioni di disagio personale, socio-economico e familiare tale per cui le stesse non possono utilizzare i mezzi di trasporto pubblici né hanno una rete familiare e amicale di supporto. Va detto che il Servizio di accompagnamento viene effettuato solo nel territorio dell’Ambito Sociale N16 e dei Comuni limitrofi. È previsto, inoltre, il raggiungimento dei centri ospedalieri oltre alle strutture didattiche, educative, sanitarie, assistenziali, riabilitative pubbliche o convenzionate, per l’effettuazione di visite mediche, analisi, cure riabilitative. Tutti i dettagli e le modalità per come usufruire del servizio Taxi Sociale, quale servizio di accompagnamento e trasporto rivolto ad anziani, disabili, famiglie e persone in difficoltà socio-economica, saranno resi noti nei primi giorni dell’anno nuovo.