Ancora chiusa al transito la Via Ponte Orazio, lavori iniziati l'1 febbraio 2021

Porzione della strada che collega Piano di Sorrento con Meta crollò la sera del 2 aprile 2017

Sfiorata la tragedia, non si ebbero danni alle persone e alle cose, da allora si è avviato il lungo e tortuoso iter amministrativo per svolgere i lavori di ripristino della strada: dopo 270 giorni la consegna, ma sono trascorsi altri 9 mesi.

Piano di Sorrento.  

Siamo alla vigilia dil ferragosto 2022 e Via Ponte Orazio resta ancora chiusa al transito di persone e mezzi. Per le centinaia di famiglie che abitano la zona e il borgo della Trinità resta l'incognita sull'ultimazione dell'intervento di ripristino della strada iniziato l'1 febbraio 2021 e che si sarebbe dovuto concludere entro 270 giorni, praticamente entro dicembre 2021.

Allo stato, otto mesi dopo la scadenza prevista, il cantiere è ancora aperto, la strada chiusa, la comunità locale è isolata e disagiata negli spostamenti.

I lavori sono la conseguenza del crollo di una porzione della sede stradale di Ponte Orazio verificatasi il 2 aprile 2017, cinque anni fa, un lungo lasso di tempo nel corso del quale sono state effettuate le perizie tecniche e geologiche e redatto il progetto di un intervento che è stato reso possibile grazie al finanziamento di circa 1,3 mln di euro a fondo perduto erogato dalla Città Metropolitana di Napoli.

Un iter particolarmente complesso ma che, grazie alla sinergia tra Comune, Città Metropolitana e Regione Campania, ha superato gli scogli di procedure che si sono allungate anche a causa della pandemia-covid che ha determinato un inevitabile ritardo, altrimenti l’opera sarebbe stata già realizzata. Nell'ottobre 2021 si sono svolte le elezioni comunali con il cambio del sindaco e della maggioranza senza che sia stata impressa una svolta per far rispettare i tempi dell'appalto.

E' utile ripercorrere la cronologia degli eventi e le procedure amministrative che hanno portato all'approvazione definitiva dell'opera e alla copertura finanziaria dell'intervento

Nella serata del giorno 2 aprile 2017 si verificava il crollo di porzione della sede stradale di Via Ponte Orazio, nella zona posta sul ciglio del costone tufaceo sul Vallone Lavinola-Madonna di Rosella, per una lunghezza di circa m. 20;
– il 12/05/2017, a seguito di richiesta formulata dai sindaci di Piano di Sorrento e Meta congiuntamente ai tecnici comunali, la Regione Campania, autorizzava la spesa complessiva di €uro 150.000,00 per il finanziamento dei primi interventi di messa in sicurezza dell’area interessata al dissesto, comprese le attività di rilievo propedeutiche all’individuazione delle opere di messa in sicurezza;
– il 27/12/2017, la Regione Campania procedeva all’impegno di spesa in favore del Comune di Piano di Sorrento, della somma complessiva di €uro 150.000,00 per le attività sopra richiamate;

– il 16/11/2018, l’Amministrazione Comunale, sulla scorta delle indagini ed attività espletate, approvava il progetto di fattibilità tecnica ed economica dei “Lavori di ripristino di un tratto di strada di Via Ponte Orazione e di manutenzione straordinaria del costone tufaceo sottostante";
– facendo seguito all’incontro collegiale del Sindaco Metropolitano con i Sindaci delle amministrazioni comunali della Città Metropolitana di Napoli del 19/02/2019, il Comune di Piano di Sorrento ha espresso la volontà di candidare, ai fini dell’inserimento del Piano Strategico, il progetto di Via Ponte Orazio;


– il 14/08/2019, l’Amministrazione Comunale ha approvato, il progetto esecutivo relativo all'intervento per l’importo complessivo di €uro 1.296.014,84;
– il 17/09/2019, onde acquisire atti di assenso comunque denominati o pareri di altri uffici e amministrazioni, di competenza delle diverse Amministrazioni pubbliche convocate, è stata indetta la conferenza di servizi decisoria;
– il 20.11.2019, è strato sottoscritto l’Accordo di Programma tra la Città Metropolitana di Napoli ed il Comune di Piano di Sorrento per l’attuazione coordinata degli interventi afferenti al Parco Progetti e compatibili con le linee di indirizzo del Piano Strategico;
– il 14/01/2020, la Città Metropolitana di Napoli, nell’ambito del procedimento delineato nell’Accordo di Programma sottoscritto dal Comune di Piano di Sorrento, ha notificato la concessione del finanziamento per l’importo di €uro 1.296.014,84 relativo all’intervento in parola;
– il 27/01/2020 sono state approvate, le risultanze della conferenza di servizi decisoria e quindi acquisiti i pareri e nulla osta relativi al progetto esecutivo dell’intervento;


– il 12/02/2020 è stata sottoscritta la convenzione attuativa tra la Città Metropolitana di Napoli ed il Comune di Piano di Sorrento per l’attuazione dell’intervento;
– il 12/03/2020, è stata indetta la procedura di gara per l’affidamento dei lavori;
– il 23/07/2020 è stato aggiudicato definitivamente l’appalto dei lavori alla ditta MFC CONSOLIDAMENTI SRL;
– il 16/09/2020 sono stati depositati gli atti al Genio Civile di Napoli al fine di acquisire l’autorizzazione simica propedeutica al materiale inizio dei lavori;
– il 31/12/2020 è stato stipulato il contratti d’appalto tra l’Amministrazione Comunale e la ditta aggiudicataria dei lavori;
– il 17/01/2021 è stata acquisita l’Autorizzazione Simica n.31 del 11/01/2020 rilasciata dal Genio Civile di Napoli inerente l’intervento di cui trattasi;
– l'1/02/2021, si è proceduto alla consegna del cantiere e all’inizio dei lavori tutt'ora in corso.