Rifiuti Napoli, Berlusconi: "Dopo di noi non è stato fatto niente"

La convention di Forza Italia, nel suo intervento il leader rivendica l'azione del suo governo

rifiuti napoli berlusconi dopo di noi non e stato fatto niente
Napoli.  

Prima parte dell'intervento di Silvio Berlusconi dedicata ai problemi di Napoli alla convention di Forza Italia. "Napoli- dice - e' anche una citta' che ha molti e rilevanti problemi con i quali Forza Italia ed io per primo nelle vesti di Presidente del Consiglio ci siamo misurati negli anni dei nostri governi. Ricordo, ad esempio, che mi sono impegnato per ripulire le vostre strade dalle tonnellate di rifiuti che la sommergevano a causa di scellerate politiche della sinistra, connotate da uno pseudo ambientalismo che di fatto intralciava il ciclo dei rifiuti e paralizzava la citta' dandone una immagine deleteria anche all'estero".

"Naples under trash - ricorda il Cavaliere rievocando i titoli di stampa dell'epoca - diventato poi Italy under trash sulle televisioni di molti Paesi, con grave danno per il nostro turismo. Con il nostro impegno in 58 giorni Napoli e la Campania hanno ritrovato il perduto decoro e io mi sono permesso di raccomandare di portare la raccolta differenziata dal 14% al 50% e di costruire tre termovalorizzatori indicandone anche i siti. Ma dopo di noi - sottolinea - non e' stato fatto niente. Il solo termovalorizzatore tuttora operante lo avevamo aperto noi in quelle settimane". "Cosi' come - ha aggiunto - non si e' fatto nulla per gli enormi problemi di disoccupazione, di legalita', di sicurezza e anche di poverta' che affliggono la vostra citta'".