Napoli: il rilancio offensivo passa per il turnover

Giovedì il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League contro lo Zurigo

napoli il rilancio offensivo passa per il turnover
Napoli.  

A Carlo Ancelotti toccherà ridare slancio all'attacco, bloccato rispetto ai ritmi sostenuti anche con il tecnico di Reggiolo nella prima parte di stagione. Dal 26 gennaio, nella prima delle due sfide contro il Milan, sono quattro gli zeri nelle ultime sei gare disputate. Sei le reti realizzate, tre alla Sampdoria, tre allo Zurigo. Una distribuzione che non regala prospettive di altissimo livello al Napoli che, giovedì, affronterà gli svizzeri al San Paolo per completare l'operazione sedicesimi. Il vantaggio è notevole: si ripartirà dal 3-1 esterno, firmato al "Letzigrund" e la volontà di risvegliare l'attacco passa per il turnover e non per la conferma dei titolari.

Ancelotti inserirà Luperto sull'out, Diawara in mediana e Ounas e Verdi nel pacchetto offensivo del 4-4-2. L'ex Bologna si gioca tanto nella seconda parte della stagione. L'infortunio, rimediato ad Udine, ha limitato la crescita di Verdi che, però, dovrà lanciare segnali positivi da qui alla fine dell'annata. A Dries Mertens sarà affidato il compito di ricalibrare l'attacco dopo l'appuntamento con il gol mancato da Arek Milik e Lorenzo Insigne in più fasi contro il Torino. Sul fronte mercato, gli azzurri hanno ormai completato l'operazione rinnovo con Piotr Zielinski. Per la porta, non sembrano esserci più dubbi: David Ospina sarà riscattato a fine stagione.