Fuori dal coroil commento di Enzo Spiezia

Se Benevento è sporca è perchè noi non siamo puliti

Scarso senso civico, i divieti non servono

se benevento e sporca e perche noi non siamo puliti

E' il refrain che si ascolta un po' ovunque: la città è sporca. Vero, impossibile sostenere il contrario. E' indiscutibile che i rifiuti vengano ancora gettati ovunque, che le strade siano occupate da immondizia che non viene spazzata, che le aiuole ed i giardini siano diventati il ricettacolo di schifezze di ogni genere. E che, a peggiorare sensibilmente un quadro già pessimo, contribuiscano i bisognini dei cani non raccolti dai loro padroni.

Possiamo prendercela con Giove pluvio che non sempre fa il suo dovere, con le inefficienze del servizio di pulizia o con chissà chi altro. Ma, è evidente, poco o nulla cambierà se a mutare non sarà anche e soprattutto il nostro modo di comportarci all'interno di una comunità. Perchè, anche se vengono adottate le ordinanze del caso ed imposti divieti di ogni tipo, anche se vengono previste sanzioni salate per i trasgressori ed immaginate punizioni a colpi di... frusta, lo spettacolo quotidiano agli occhi delle persone resta più o meno uguale.

E non è soltanto un problema di mancanza o di esiguità dei controlli relativi al rispetto delle norme – l'Italia ha una produzione legislativa che fa paura per la sua enormità-, ma soprattutto di senso civico. Ne abbiamo poco, anzi pochissimo. E mentre pretendiamo che nel nostro giardino tirato a lucido sia tutto in ordine, voltiamo lo sguardo altrove e, dimenticando che siamo tutti sulla stessa barca, non ci pensiamo su neanche un attimo prima di insozzare quello del nostro vicino.

Figurarsi le strade, lungo le quali abbandoniamo i sacchetti della monnezza, i mozziconi di sigaretta e di sigaro, la busta delle patatine o il fazzoletto di carta. Sono le stesse strade che lordiamo con gli escrementi dei nostri adorati amici a quattro zampe che portiamo in giro, fieri di esserci adeguati alla moda imperante, senza preoccuparci della museruola e dell'attrezzatura necessaria a prelevare i loro 'lasciti' dai marciapiedi, per evitare che qualcuno possa pestarli.

Questa mattina il sindaco Mastella ha annunciato l'intenzione, se sarà possibile, di vietare ai cani l'accesso al Corso. E perchè non anche ai fumatori e a quanti stringono tra le mani qualcosa di cui, ad un tratto, potrebbero liberarsi senza servirsi dei cestini?

Se la città è sporca è perchè noi non siamo puliti.