VIDEO|Furti nei rioni collinari: i miei figli non dormono più

"Noi così non ce la facciamo". L'urlo disperato dei residenti

Continua l'escalation di terrore nelle zone alte della città presidiate da ronde di cittadini esasperati

Salerno.  

Un’escalation senza fine, che sta creando un vero e proprio clima di terrore. Nei rioni collinari e nei quartieri periferici tiene banco l’allarme furti.

Una serie di raid che stanno interessando ormai da giorni tutto il territorio, in particolare quelle aree della città vicine alle uscite autostradali e della tangenziale.

E’ il caso di Sòrdina, dove anche stanotte si sono registrate delle incursioni.

I residenti esprimono sentimenti di rabbia mista a preoccupazione, anche perché si parla di banditi senza scrupoli che non esitano a ricorrere alla violenza se scoperti.

Per poi ribadire, a chiare lettere, un concetto già evidenziato in altri quartieri, come Giovi: “Siamo pronti alle ronde, ma da soli non ce la possiamo fare”, il grido d’allarme che arriva dalle periferie di Salerno. Nonostante una maggiore presenza delle pattuglie i malviventi continuano a saccheggiare la zona. “Questa notte abbiamo sentito dei passi ma solo quando sono scappati via – denuncia una signora – noi non viviamo più, non dormiamo più.

Ma il problema non è solo la notte perchè i ladri vengono anche nel pomeriggio e se reagisci ti picchiano pure. I miei figli non dormono, più, noi così non ce la facciamo”.

“Noi abbiamo bambini piccoli a chi dobbiamo rivolgersi” è il grido d'allarme di un altro abitante del rione. Intanto l'amministrazione comunale si impegna a nuovi interventi sul posto per garantire la sicurezza ai cittadini.

Incrementata la presenza delle forze dell'ordine e dove sarà possibile saranno installate telecamere di videosorveglianza per presidiare la zona e risalire ai responsabili dei furti. Il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli è stato a Giovi nei giorni scorsi per ribadire in prima persona alla popolazione l'impegno dell'ente nel risolvere questa situazione al più presto possibile. 

S.B.