"Luce ai valori", ecco le opere al Masuccio Salernitano

Inaugurata la mostra a cura dei giovani coinvolti nel progetto "Accendi il tuo futuro"

luce ai valori ecco le opere al masuccio salernitano
Salerno.  

Al porto turistico "Masuccio Salernitano” è stata inaugurata l’esposizione “Luce ai valori” promossa dalla cooperativa sociale “Fili d’erba” con il patrocinio dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale.  Protagoniste tre opere artistiche luminose ideate e realizzate interamente a Salerno dai giovani del progetto Accendi il tuo futuro: “Accoglienza”, il “Logo dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale” e quello del progetto "Accendi il tuo futuro”. Ad incorniciare i tre pannelli un Cielo luminoso e stellato, realizzato anch’esso dai giovani del progetto. 

L’esposizione si basa sull’individuazione di un valore principale e distintivo nella cultura della città di Salerno, l’accoglienza, valore legato tra l’altro ad una delle risorse più preziose, il mare. All’inaugurazione hanno presenziato, per l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, il presidente Pietro Spirito ed il segretario generale Francesco Messineo, il presidente della cooperativa sociale “Fili d’erba” Ciro Plaitano, la coordinatrice del progetto Accendi il tuo futuro Antonella Napoli oltre ai giovani autori delle opere artistiche luminose.

“Accendi il tuo futuro” è un progetto sociale che, dal mese di febbraio 2015, permette a giovani inoccupati di apprendere e sviluppare competenze per la progettazione e realizzazione di installazioni luminose, grazie al supporto di tutor ed esperti. Tutte le opere sono costruite con materiali riciclabili e con Led a basso consumo energetico. La cooperativa sociale Fili d’erba conferma per il terzo anno consecutivo la collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale il cui contributo dona visibilità ad un progetto dai forti risvolti sociali.  L’esposizione sarà visitabile dal 4 dicembre al 20 gennaio presso il “Porto Turistico Masuccio Salernitano” a Salerno.

Redazione Salerno