La Lega attacca l'Asl: "No all'Arcigay nelle scuole"

L'attacco di Falcone: "L'azienda fa politiche di sinistra, puntare su modelli naturali"

la lega attacca l asl no all arcigay nelle scuole
Salerno.  

"L’Asl fa politica di sinistra. Mai quell’associazione nelle scuole”: è il monito di Mariano Falcone, coordinatore provinciale della Lega di Salerno. "Stupisce alquanto che l’Asl di Salerno abbia deciso di stipulare un accordo dal netto sapore politico di sinistra con la sezione locale dell’Arcigay nel percorso di perfezionamento delle azioni di prevenzione delle infezioni a trasmissione sessuale, in particolare l’hiv, e di contrasto al bullismo di genere".

Per Falcone, che è anche vicecoordinatore regionale del Carroccio, "l’Arcigay, che raggruppa gay, lesbiche, bisex e transessuali, invece che cercare improbabili sponde istituzionali, meglio e più saggiamente farebbe ad operare decisamente nei confronti dei propri associati in termini di formazione e sensibilizzazione avverso il rischio di trasmissione sessuale di terribili infezioni che proprio nel mondo dall’Arcigay rappresentato hanno trovato, storicamente, la prima massiccia diffusione. Dall’Asl in quanto organo tecnico statale ci saremmo aspettati, piuttosto, accordi con soggetti/associazioni peroranti i modelli sani di sessualità ed i comportamenti ortodossi e naturali che, ancora oggi, rappresentano la migliore arma di educazione e di prevenzione", le parole del coordinatore provinciale leghista.

E ancora: "In ordine al richiamato "bullismo omotransfobico", la Lega ribadisce che non esiste alcuna volontà discriminatoria nei confronti di gusti e tendenze sessuali di singoli individui. Certamente esiste un insopprimibile senso di fastidio collettivo nell’assistere agli spettacoli pubblici - avallati dalle sinistre - di ostentazione di discutibilissime tendenze e pratiche sessuali che pretendono di imporre i propri modelli culturali ed educativi. La Lega sempre ha manifestato e sempre manifesterà laddove si dovessero organizzare gay-pride o eventi simili con gay, lesbiche, trans e bisex. Infine l’Asl sappia che la Lega si opporrà in tutti i modi possibili nel caso in cui, in forza della sottoscrizione di questo accordo, l’Arcigay dovesse essere coinvolta negli incontri ufficiali con le scolaresche salernitane", assicura Falcone.

GbL