Alberi abbattuti,il caso finisce in Procura: "Gravi omissioni"

Esposto di tre associazioni anche al ministero dell'Ambiente: "Incolumità dei cittadini a rischio"

alberi abbattuti il caso finisce in procura gravi omissioni
Salerno.  

Una diffida indirizzata al ministero dell'Ambiente, al Prefetto e alla Procura di Salerno. A firmarla, per quella che viene definita, la "mancata attuazione del piano di tutela e manutenzione delle alberature che ha creato pericolo per la pubblica incolumità", l'associazione Liberamente Insieme, il comitato "Salviamo gli alberi" e l'officina di pensiero "Io Salerno".

Il riferimento, ovviamente, è ai numerosi fusti crollati nella notte in città, specialmente nel quartiere di Torrione, a causa del forte vento. Per i firmatari della missiva il Comune di Salerno risulta "omissivo nell'applicazione della normativa in materia di tutela delle alberature e per la manutenzione del verde pubblico, con gravissimo pericolo per la pubblica e privata incolumità dei cittadini". Di qui la richiesta di un intervento immediato da parte del sindaco e della macchina municipale.

In particolare, si chiede al Prefetto di porre in essere tutte le azioni necessarie per la tutela della pubblica e privata incolumità, al ministero dell'Ambiente di verificare le omissioni del comune capoluogo e alla procura di Salerno di valutare si ci siano reati. Liberamente, Io Salerno e comitato preannunciano anche la possibile contestazione di danno ambientale.