In Cilento il mare più bello: premiato con le 5 vele

Un riconoscimento alle comunità locali con i vessilli di Legambiente e Touring

in cilento il mare piu bello premiato con le 5 vele
Salerno.  

Il Cilento, la Maremma e la Sardegna sono le regine del mare del 2019. Le cinque vele della Guida di Legambiente e Touring club italiano svettano da Pollica a Castiglione della Pescaia (Gr) a Posada (Nu). Oggi la presentazione a Roma, da questa edizione anche il nuovo simbolo dedicato ai Comuni 'plastic free'. Il Tirreno è il mare più premiato; qui le cinque vele vengono assegnate a sette comprensori. Nella classifica delle Regioni la Sardegna è al primo posto, regina dell'estate con cinque litorali al massimo del punteggio; seguono Sicilia, Puglia, Campania e Toscana.
    La mappa del meglio dell'estate, contenuta nella nuova guida - 'Il mare più bello 2019' - oltre al Cilento antico guidato da Pollica, la Maremma con Castiglione e la Baronia di Posada e il Parco di Tepilora, prosegue così: il Litorale di Chia con Domus De Maria (sud Sardegna), Baunei (Nu), l'Alto Salento Jonico guidato da Nardò (Le), la Planargia con Bosa (Or), la Costa d'Argento e l'Isola del Giglio (Gr), tra le altre.

Anche quest'anno la provincia a sud di Salerno si conferma tra i territori a vocazione turistica nazionali maggiormente premiate dagli ambiti vessilli di Legambiente e Touring, le famose 5 Vele assegnate dopo attenti monitoraggi dalle due famose associazioni. Un premio alle comunità locali ma soprattutto un premio ai comprensori territoriali omogenei. Grande soddisfazione è stata espressa anche da Assoturismo e Fiba Confesercenti provinciale di Salerno. “Il mare Tirreno - dichiara il presidente Raffaele Esposito - dimostra ancora una volta di essere un buon laboratorio delle cosiddette buone pratiche, sono sette gli ambiti vessilli e riconoscimenti comprensoriali, due in provincia di Salerno  lungo il meraviglioso Cilento costiero.  Cilento Antico con la bellissima Pollica capofila e Costa del  Mito con i comuni costieri del basso Cilento, Pisciotta, Centola, Camerota e San Giovanni a Piro. Questi ambiti riconoscimenti, - prosegue il presidente Esposito - sono sempre più apprezzati dall'utenza italiana e straniera e condizionano favorevolmente la scelta delle destinazioni turistiche.

Siamo soddisfatti delle attenzioni riservate ai  territori a sud della provincia di Salerno da parte di Legambiente e Touring, territori  che  dimostrano quindi maturità e progettualità non soltanto amministrative ma anche particolari sensibilità  da parte  del tessuto imprenditoriale locale che riesce a stimolare enti ed istituzioni  e favorire attività sostenibili e Green che molto spesso sono alla base di progetti di promozione e marketing territoriale. Lavoreremo - conclude il presidente Esposito - visti gli ottimi rapporti istituzionali con Legambiente, in ambito Confesercenti, attraverso i coordinamenti territoriali di Assoturismo, per far sì che i comprensori a 5 Vele possano essere in provincia di Salerno ed in tutta la regione Campania, sempre di più”.