Piazza Alario: no al parco giochi, salviamo gli alberi

In tanti alla manifestazione promossa dal comitato civico contro i progetti dell'amministrazione

piazza alario no al parco giochi salviamo gli alberi

Il comitato "Salviamo Piazza Alario": la pavimentazione soffocherebbe gli alberi. I cittadini scendono in piazza per manifestare

Salerno.  

Si è svolta ieri, mercoledì 10 luglio, la manifestazione promossa dal comitato civico “Salviamo Piazza Alario”. Nonostante il maltempo, in molti si sono riuniti in piazza Francesco Alario per sostenere le “linee guida” predisposte dal comitato che continua ad opporsi ai progetti promossi dall'amministrazione comunale. La proposta di “Salviamo Piazza Alario” ha raccolto numerose firme a sostegno e durante la manifestazione, in un clima di festa, sono state identificate le "Linee guida" stabilite “per una vera riqualificazione del luogo storico salernitano” così come dichiarato dal comitato.

Nessun esponente dell'amministrazione è intervenuto nel corso della manifestazione, perdendo così una preziosa occasione di confronto.

Il progetto comunale aveva proposto la realizzazione di un parco giochi per bambini. Tale idea prevedeva l'istallazione di una recinzione con cancelli e la realizzazione di una pavimentazione in plastica antiurto che sarebbe il limite principale del progetto in questione. Questa installazione andrebbe a soffocare gli alberi monumentali presenti sul luogo. L’assessore Loffredo aveva, inoltre, dichiarato che fosse stata fatta una raccolta firme per il progetto del parco giochi, cosa non vera come chiarito dagli stessi promotori. I lavori di realizzazione per l'iniziativa sarebbero dovuti iniziare i primi di luglio, ma ancora nulla è accaduto.

Il comitato spinge a far chiarezza sulla sua posizione dichiarando che: “l’assessore Loffredo cerca strumentalmente di far passare la nostra iniziativa come un’azione “contro” i bambini, quando invece sa bene che le nostre linee guida prevedono attrezzature per il gioco diffuse su tutta la Piazza”

Ancora una volta, il comitato, i residenti e le associazioni chiedono che l'amministrazione comunale accolga le loro istanze e che il luogo storico sia riqualificato secondo la proposta redatta dal comitato stesso, l'unica approvata dai cittadini e dalle associazioni riunitisi per la FestAlario.

Il comitato si dice pronto a continuare il proprio impegno dell'interesse dei residenti della città.