Cittadella Giudiziaria, dal Comune 3 palazzine al Ministero

I locali sono pronti ad ospitare gli uffici sei servizi generali, la Corte d'Appello, la Procura

cittadella giudiziaria dal comune 3 palazzine al ministero
Salerno.  

Nell'aula "Parrilli" del Tribunale di Salerno è stato stipulato il contratto di comodato d'uso con cui il Comune di Salerno affida al Ministero della Giustizia la gestione e l'utilizzo delle palazzine D, E, F della nuova Cittadella Giudiziaria. I locali sono pronti così ad ospitare gli uffici dei servizi generali, la Corte di Appello, il tribunale di Sorveglianza e la Procura Generale.

Ha partecipato all'incontro il governatore della Campania, Vincenzo De Luca che ha commentato: “Completiamo un'opera strategica, una delle più importanti che abbiamo progettato negli anni Novanta. Oggi possiamo dire che abbiamo l'edificio giudiziario più moderno d'Italia, un'opera di grande bellezza architettonica. Un'architettura moderna disegnata da David Chipperfield.

Non c’è nessuna Cittadella Giudiziaria che ha la stessa fruibilità di questa di Salerno – ha precisato il presidente De Luca -. “Abbiamo realizzato le aree di parcheggio e abbiamo avviato i lavori per realizzare un tunnel di collegamento pedonale tra la stazione e la cittadella. E' un miracolo italiano". Poi l'annuncio di Iside Russo, presidente della Corte d'Appello di Salerno, che ha riferito che la conferenza permanente ha accettato la proposta d'intitolare i sei edifici della Cittadella Giudiziaria a illustri personalità su scala nazionale. Istituita una commissione per la scelta.