Salerno, un corteo in onore delle vittime delle foibe

La mobilitazione è partita da via Velia ed è arrivata al monumento dei caduti alla stazione

Salerno.  

Un corteo silenzioso in onore delle vittime delle Foibe. Si è svolta nella serata di ieri la manifestazione promossa dall'associazione “Salerno ai salernitani” che ha coinvolto i cittadini in una mobilitazione con bandiere e striscioni, da via Velia al monumento situato davanti la stazione di Salerno, per ricordare i migliaia di italiani trucidati e gettati, alcuni ancora vivi, in profonde gole carsiche chiamate foibe.

“Abbiamo esteso l'invito a partecipare a tutti coloro che avessero a cuore questa tragedia italiana. Come punto di inizio è stato scelto proprio via Velia, davanti cippo per Carlo Falvella, perchè è un luogo simbolo della destra salernitana. Poi, il corteo si muoverà lungo il lungomare Trieste, fino ad arrivare al monumento ai caduti della prima guerra mondiale situato alla stazione, dove verrà posta una corona di fiori e verrà recitata la preghiera per i martiri delle foibe.” ha dichiarato Ivano Manno, coordinatore regionale di Forza Nuova.

“Abbiamo la volontà di ricordare le migliaia di vittime e gli esuli che dall'Istria e dalla Dalmazia furono costretti a scappare nel periodo della seconda Guerra Mondiale. Ci siamo prodigati affichè anche a Salerno ci fosse un ricordo, visto che il comune sembra essersi dimenticato di questo giorno” ha concluso il coordinatore Manno.

Il corteo si è svolto in vista della "Giornata del Ricordo", che si celebra oggi, 10 febbraio.