"Alla Zeppola d'Oro": operaio rimuove cartello contro De Luca

Il titolare dell'attività denuncia il gesto via social, l'attacco di Cammarota e Santoro

alla zeppola d oro operaio rimuove cartello contro de luca
Salerno.  

Il cartello con cui il celebre locale di Salerno "Alla Zeppola d'Oro" aveva comunicato la chiusura definitiva dell'attività è stato strappato via. La saracinesca sulla quale era stato affisso lo striscione con su scritto "Chiuso Grazie De Luca" stamattina non c'era più. A denunciare l'accaduto il titolare dell'attività che ha condiviso le immagini le telecamere di videosorveglianza in cui si vede un uomo strappare via il cartellone. Il proprietario ha attribuito il gesto a un dipendende della Salerno Pulita.  

“L’episodio riferito nel video pubblicato su facebook dal negozio “Zeppola d’Oro”, dove si vede un dipendente di Salerno Pulita strappare il cartello di protesta contro De Luca dell’esercizio commerciale, getta una grave ombra su Salerno Pulita e, di riflesso, sull’intera città di Salerno”. E' quanto dichiara in una nota il presidente della commissione trasparenza del comune di Salerno, Antonio Cammarota il quale annuncia di voler richiedere spiegazioni scritte e quindi l’audizione del Presidente di Salerno Pulita. “In discussione non è la Zeppola d’Oro, il privato si tutelerà se e come vorrà”, afferma Cammarota, “ma il grave danno di immagine che ne deriva, così come è dato rilevare dalle reazioni di tutti, essendo Salerno Pulita un’azienda pubblica comunale”.

L'episodio ha destato scalpore e non ha lasciato indifferente il mondo politico: "Un atto lesivo, un gesto che deve essere punito perché in questa città non può regnare incontrastato il regime di colui che sta rovinando l'intera Campania - ha spiegato Dante Santoro, consigliere comunale e provinciale della Lega -Il Presidente della Salerno Pulita dovrà rispondere del comportamento del suo dipendente nei confronti di un attività commerciale che paga regolarmente la tassa dei rifiuti e già abbondantemente martorizzata come tante altre. Chi ha autorizzato la rimozione del cartello su una proprietà privata dovrà essere sanzionato. Da parte mia e da parte nostra come Lega Salerno raddoppieremo gli sforzi per far luce sulla vicenda e dare voce e supporto ai cittadini che vivono nella doppia minaccia dell'inadeguate e scellerate decisioni dell'amministrazione comunale e quella regionale."