Pacco bomba: le condizioni dell'avvocato restano gravi

Il procuratore Lembo: "Stiamo facendo tutto il possibile per inchiodare i colpevoli"

pacco bomba le condizioni dell avvocato restano gravi
Montecorvino Rovella.  

Sono stazionarie ma gravi le condizioni cliniche del giovane avvocato Giampiero Delli Bovi, vittima di un attentato sotto casa sua a Montecorvino Rovella. Il 29enne nell'esplosione di un pacco bomba ha perso entrambe le mani. Il giovane è ricoverato nel reparto di chirurgia d'urgenza all'ospedale Ruggi D'Aragona.

Il una nota l'azienda ospedaliera ha comunicato il bollettino medico del giovane legale.

“Oltre al grave sfacelo traumatico ad entrambi gli arti superiori – si legge nel documento - si ravvisano lesioni da barotrauma agli organi di senso, ustioni all’arto inferiore destro e lesioni cutanee multiple da scoppio. La prognosi resta riservata”. Delli Bovi si è ferito mentre apriva il pacco proprio davanti alla sua abitazione. Un forte boato, poi le urla del ragazzo che hanno rotto il silenzio del paese, intorno alle otto del mattino di lunedì.

 Intanto continuano le indagini per risalire ai mandanti dell'attentato. Il procuratore capo del tribunale di Salerno Corrado Lembo ha fatto sapere che tutta la procura è al lavoro per inchiodare i colpevoli al più presto. I resti dell'ordigno raccolti dagli uomini della scientifica sono stati inviati al Racis a Roma per essere analizzati.

"Abbiamo sollecitato perchè i risultati arrivino nel minor tempo possibile - ha detto Lembo - poi una mano deve arrivare proprio dal paese, dalle persone. Mi auguro che chiunque sappia qualcosa si faccia avanti. Qualcuno potrebbe aver visto e allora chiedo a tutti di parlare di rompere quel velo di omertà che spesso caratterizza questi piccoli centri. Sopratutto nella zona interna di questa provincia vi sono delle sacche omertose che stentano a scomparire. Il che ci spiega perchè la criminalità di tipo mafioso proprio in questi territori stenta ad essere estirpata".                     

S.B.