Litiga con il vicino e tenta di ucciderlo a coltellate

Si rompe la lama dell'arma: arrestato26enne

litiga con il vicino e tenta di ucciderlo a coltellate
Maiori.  

Ha litigato con il vicino e poi ha tentato di ucciderlo a coltellate. La scorsa notte, i carabinieri della Stazione di Maiori, insieme ai colleghi dell’Aliquota Radiomobile di Amalfi, hanno arrestato un 26enne, B.C., di Maiori per tentato omicidio.

Intorno alle 22 i militari sono intervenuti in un condominio della zona residenziale di Maiori, dove era in corso una violenta lite fra vicini nata per futili motivi, durante la quale il giovane ha estratto un coltello a serramanico ed aggredito un uomo di 59 anni colpendolo alla spalla dove è rimasta conficcata la lama di 8 cm mentre il manico si è spezzato rimanendogli in mano.

La vittima, non in pericolo di vita, è stata trasportata d’urgenza al Pronto Soccorso di Cava de Tirreni, dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico di estrazione, perfettamente riuscito.

L’aggressore, invece è stato fermato dai carabinieri e condotto in caserma in stato di arresto, per poi essere portato nel carcere di Salerno Fuorni, in attesa della convalida.

Le due parti dell’arma bianca sono state sequestrate.

S.B.