Giovane ucciso a colpi di pistola: si indaga

La famiglia è originaria del salernitano

giovane ucciso a colpi di pistola si indaga
Buonabitacolo.  

E' ancora avvolta nel mistero la morte di Giuseppe Marchesano, 27enne, trovato senza vita sabato sera 10 novembre nella propria abitazione a Castel del Bosco, frazione di Montopoli Valdarno, Pisa. Il giovane, originario di Buonabitacolo, è stato ucciso da quattro colpi di pistola alla testa e ferito anche alle gambe.

A trovarlo senza vita sul divano degli amici che non riuscivano a rintracciarlo da venerdì sera. In casa del ragazzo, perito meccanico che lavorava in un'azienda tedesca, non ci sarebbero segni di effrazione. Molto probabilmente Giuseppe avrebbe dunque aperto la porta al suo assassino.

Dai primi rilievi sul luogo del delitto pare che dalla casa del ragazzo non manchi nulla, trovato anche il portafogli, con i soldi, e il suo telefono cellulare. Dall'analisi del cellulare gli investigatori sperano di poter raccogliere delle informazioni utili che possano chiarire le cause di questo brutale omicidio. Dall'abitazione sono stati portati via anche alcuni supporti informatici come il computer del ragazzo. L'arma del delitto non è invece stata ritrovata.

Sul caso indagano i carabinieri. Disposta dal magistrato l'autopsia sul corpo del 27enne, molto probabilmente si terrà oggi all'istituto di medicina legale di Pisa. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire le ultime ora di vita del giovane sentendo anche amici, familiari e vicini di casa del 27enne.

Sotto choc tutta la comunità di Buonabitacolo dove vive la famiglia di Giuseppe, lui stesso vi faceva ritorno diverse volte all'anno.                                                                                                                                                                                                                                                                                

Sara Botte